Se le tue piante hanno un formidabile nemico, sono le cocciniglie. Carnose, bianche o con guscio, le cocciniglie sono parassiti che attaccano il fogliame e gli steli delle piante, impedendo loro di svilupparsi correttamente. Scopri come debellare le cocciniglie con sapone di Marsiglia e aceto bianco.

Le cocciniglie sono parassiti che possono attaccare  le piante verdi da interno , ma anche le piante del giardino, gli arbusti e gli alberi da frutto del frutteto, compromettendone la corretta crescita.

Cocciniglie - fonte: spm

In quali condizioni crescono le cocciniglie?

Le cocciniglie amano l’umidità e il calore. Quindi, se nebulizzi eccessivamente il fogliame della tua pianta o se il tuo interno soffre di umidità o mancanza di ventilazione, rischi di trovare cocciniglie sulla tua pianta.

Le cocciniglie sono comuni anche in primavera o in estate, anche sulle piante da giardino, quando le temperature sono elevate e l’umidità è più elevata.

Quali sono le conseguenze per la pianta?

Le cocciniglie si trovano all’interno delle foglie o sui giovani germogli. Queste sono le cocciniglie femmine che attaccano le piante. Infatti, mentre le cocciniglie maschi hanno le ali, le femmine sono immobili. Vivono quindi attaccati alla pianta dove depongono le uova.

Questi insetti sono insetti mordaci e succhiatori che si nutrono della linfa delle piante. Pompandone la linfa, le cocciniglie indeboliscono la pianta e ne compromettono la crescita. A ciò si aggiunge il rischio di vedere svilupparsi sulla pianta  un deposito nero che assomiglia a fuliggine, chiamato fuliggine .  Le cocciniglie, infatti, secernono la melata, un escremento zuccherino, che attira i funghi, ma anche diverse specie di formiche. Questa malattia causata dai funghi è pericolosa anche per le piante, perché il deposito nero che ricopre il fogliame blocca la fotosintesi della vostra vegetazione.

Le cocciniglie sono dannose anche per gli alberi da frutto. Oltre a distruggere il raccolto, rischiano di rovinare la tua vegetazione.

Infestazione da cocciniglia - fonte: spm

Come eliminare le cocciniglie?

  • Aceto bianco e sapone nero

Metti l’acqua in una bottiglia spray e aggiungi un cucchiaino di sapone nero liquido e un cucchiaino di aceto bianco. Quindi spruzzare sulle parti infette della pianta, mattina e sera. Evita di usare questo insetticida naturale sulla tua pianta nelle ore centrali della giornata, per non bruciarla con il sole. Ripetere questa operazione quotidianamente fino alla completa debellazione delle cocciniglie. Tieni presente che l’aceto bianco è efficace anche contro gli afidi e il convolvolo.

  • Il sapone di Marsiglia

Diluire in mezzo litro di acqua piovana non calcarea, un cucchiaio di sapone liquido di Marsiglia e un cucchiaio di sapone nero liquido. Dopo che il sapone si sarà completamente sciolto, aggiungi alla soluzione 2 cucchiai di alcol a 70°. Usando un pennello, applica questa miscela sul guscio delle cocciniglie per non danneggiare la tua pianta, soprattutto se si tratta di orchidee. Questo insetticida potrebbe infatti macchiare i fiori e bruciare alcune radici. Dopo qualche giorno noterai che le cocciniglie si sono seccate e che si sbriciolano in polvere quando le tocchi. In questo modo eliminerai questi parassiti senza danneggiare la tua pianta. Tieni presente che puoi benissimo  sostituire i due saponi con il detersivo per piatti. L’importante è avere acqua saponata.

Un altro consiglio è quello di sciogliere 50 g di sapone di Marsiglia in scaglie in 350 ml di acqua calda. Mescolare finché il sapone non sarà completamente sciolto. Quindi, indossa i guanti, immergi una spugna in acqua saponata e passala sulle foglie infette della tua pianta. In questo modo riuscirete ad eliminare le cocciniglie, ma anche la melata che depositano sul fogliame.

  • Alcool e sapone nero

Mescolare in 1 litro d’acqua, un cucchiaino di alcol denaturato, un cucchiaino di sapone nero liquido e un cucchiaino di olio vegetale, come l’olio d’oliva. Spruzza questa soluzione sulle parti della pianta infestate da cocciniglie, una volta per 3-4 giorni. Il sapone nero è anche  un repellente naturale contro ragnetti rossi, cocciniglie e afidi.

Quali piante sono più colpite dalle cocciniglie?

Sono colpite la maggior parte delle piante verdi da interno, come piante grasse, orchidee, lillà, ibisco, rose da interno, ecc.

Per quanto riguarda gli alberi da frutto, gli agrumi sono i più sensibili e vulnerabili alle cocciniglie.

Cocciniglie su piante grasse - fonte: spm

Prevenire un attacco di cocciniglia

Anche queste cocciniglie che attaccano le tue piante d’appartamento hanno i loro predatori. Per prevenire un attacco di cocciniglie, togli la pianta a maggio e posizionala in un luogo illuminato a mezz’ombra. Se le cocciniglie parassitano la tua pianta, verranno rapidamente inghiottite da coccinelle, sirfidi e vespe.

Queste soluzioni vi permetteranno di combattere in modo molto efficace le cocciniglie, per proteggere le vostre piante da interno ed esterno, ma anche il vostro orto, o il vostro giardino ornamentale, da un’invasione di questi insetti parassiti.