Stanco degli odori sgradevoli che invadono la tua cucina? L’odore di liquami proveniente dal lavello della cucina è insopportabile per te, soprattutto quando diventa frequente. Non preoccuparti, ci sono molti modi per sbarazzarsi dei cattivi odori che salgono dagli scarichi. I consigli efficaci della nonna possono alleviare questo inconveniente e sbarazzarsi degli odori che ti infastidiscono quotidianamente.

Se fai di tutto per pulire la tua casa, è per motivi di igiene e pulizia. Quindi non lasciarti scoraggiare  dagli odori sgradevoli  provenienti dai tubi del lavello della tua cucina. Non tutto è perduto in anticipo, trucchi semplici ed efficaci possono sradicare i backup delle fognature. Ma prima di poterti mostrare come usarli, devi identificare la causa dei cattivi odori nei tubi per evitare che si verifichino. Dai, iniziamo!

Quali sono le cause dei cattivi odori dal lavello della cucina?

Non c’è niente di più sgradevole degli odori che escono dal sifone… Attaccano le narici. Accumulo di grasso, rifiuti organici o addirittura depositi di cibo e sapone in decomposizione… Le cause sono molteplici. Di conseguenza, il sifone è intasato e intasato. Lo scarico diventa quindi un terreno fertile per batteri e microrganismi, un fenomeno comune… E appare un odore sgradevole e sgradevole, che rende intollerabile l’atmosfera nella tua cucina. È spiacevole, vero?

E non è tutto, i depositi di calcare che si accumulano nel lavandino causano cattivi odori e quindi devono essere rimossi regolarmente. Per non parlare delle guarnizioni usurate intorno al lavandino. Cosa aspetti a sostituirli?

Allo stesso modo, le crepe nel lavandino possono portare a cattivi odori. Risolvili rapidamente e ti libererai di questo fastidio.

Come si rimuovono i cattivi odori dal lavello e dagli scarichi della cucina?

Lavello della cucina. Fonte: SPM

Vuoi sbarazzarti dei cattivi odori nel lavello della tua cucina? Non c’è bisogno di ricorrere a sostanze chimiche che costano un occhio della testa, oltre ad essere tossiche. Hai già tutti gli ingredienti a casa. Forza Zou! Ve lo raccontiamo noi.

1. Sale grosso e bicarbonato di sodio

Questi ingredienti sono molto utili in cucina ma non solo! Per deodorare e rimuovere i cattivi odori, tengono la palma d’oro. Per quale motivo? Perché il sale grosso, economico ed ecologico, ha molti vantaggi. Tra le altre cose, uccidere batteri e funghi, rimuovere incrostazioni e sporco che possono rimanere attaccati alle pareti. Un altro vantaggio! Elimina i cattivi odori.

Per quanto riguarda il bicarbonato di sodio, aiuta a bloccare la proliferazione dei batteri e assorbe i cattivi odori. Magico, no!

Quindi non c’è bisogno di acquistare un prodotto antiodore per tubi, che è anche tossico! Per raggiungere questo obiettivo è necessaria un’operazione di pulizia.

Metodo 1:

  1. La prima cosa da fare è diluire in una casseruola piena di acqua bollente, 5 cucchiai di sale grosso e 5 cucchiai di bicarbonato di sodio.
  2. Versare la soluzione nello scarico del lavandino.
  3. In pochi minuti, i batteri scompariranno e con essi gli odori. E questo è tutto!

Metodo 2:

  1. Versa una tazza di sale grosso, seguita da  una tazza di bicarbonato di sodio negli scarichi del lavandino.
  2. Lasciare agire per qualche minuto prima di versarlo in un pentolino pieno di acqua calda.

2. Aceto bianco

Puoi aggiungere aceto bianco ai due ingredienti precedenti. Elimina i batteri che causano cattivi odori, grazie al suo contenuto di acido acetico. È un eccezionale deodorante e antibatterico. Inoltre, è economico e richiede solo pochi centesimi. Allora perché privarsene?

Come fare?

  1. Dopo aver versato una tazza di sale grosso e bicarbonato di sodio, aggiungere una tazza di aceto bianco. Si verifica una reazione chimica che rimuove i rifiuti e lo sporco dal sifone.
  2. Attendere circa un’ora prima di versare una pentola di acqua bollente per risciacquare e pulire.

Un altro consiglio: Usa l’aceto bianco per deodorare anche il lavandino puzzolente del bagno.

3. Limone

Hai già provato questo trucco? Il limone con il suo contenuto di acido citrico può disinfettare e decalcificare l’impianto idraulico e il lavandino. A tale scopo, attenersi alla seguente procedura.

Come fare?

  1. Versa il succo di un limone nel lavandino.
  2. Lascialo riposare nel tubo per alcuni minuti.
  3. Quindi risciacquare con acqua tiepida. Il tuo lavandino sarà perfetto senza toglierti il mal di testa.

4. Cristalli di soda

Per sbarazzarsi degli odori di fogna a casa, opta per i cristalli di soda.

Come fare?

  1. Puoi versare 1 tazza di questo prodotto negli scarichi
  2. Versate una pentola di acqua calda e lasciatela riposare per qualche minuto e il gioco è fatto! Niente più cattivi odori!

5. Fondi di caffè

I fondi di caffè possono essere pensati come un prodotto contro i cattivi odori del lavandino.

Come fare?

  1. Versare una tazza di fondi di caffè direttamente nel lavandino,
  2. Lasciare in posa per qualche ora per rimuovere gli odori sgradevoli.
  3. Risciacquare e far scorrere l’acqua del rubinetto.

Come evitare gli odori di fogna?

Poiché gli odori delle fogne sono sgradevoli, è necessario pulire regolarmente il sifone (almeno una volta al mese) e ispezionare i tubi per perdite o ostruzioni. Allo stesso tempo, è necessario controllare che la guarnizione di scarico sia ermetica. Se necessario, è possibile sostituirlo. Evitate anche queste poche cattive abitudini:

Non accumulare rifiuti nel lavandino

Una delle cause dei cattivi odori nel lavandino è, ovviamente, l’accumulo di rifiuti. Pulisci e svuota regolarmente il lavandino. Un po’ di risciacquo dopo ogni utilizzo non sarebbe troppo, vero?

Pulire regolarmente gli scarichi

Anche i residui di cibo che si accumulano nei tubi causano cattivi odori. Per evitare ciò, lavare regolarmente gli scarichi. Sì, ma come? Utilizzando acqua bollente o prodotti per la casa efficaci per sbloccare e pulire i tubi… Semplice, efficace e il risultato è perfetto.

Svuotare la fossa settica

Se la fossa settica viene svuotata regolarmente, la manterrai in funzione senza intoppi. Il risultato: niente più cattivi odori.

Pulizia del sifone del lavandino

Armatevi di guanti e di una bacinella che mettete sotto la trappola e seguite i passaggi seguenti.

Come fare?

  • Svitare il sifone sotto il lavandino o il lavandino del bagno
  • Raccogliere tutta l’acqua che scorre nella vasca
  • Rimuovere tutti i rifiuti a mano
  • Sostituire il sifone riavvitandolo
  • Lascia scorrere l’acqua del rubinetto per alcuni minuti per verificare la presenza di perdite. Ben fatto! Ora sei un professionista dell’idraulica!

Sturare il lavandino con una ventosa

Portare il tappo in superficie è ora possibile grazie alla ventosa ispiratrice che non ha perso nulla della sua giovinezza. E sì! Le nostre nonne sapevano già che era lo strumento essenziale da avere sempre in casa.

Come fare?

  1. Per fare ciò, bloccare l’alimentazione dell’aria al lavandino o al lavabo utilizzando adamp stoffa.
  2. Quindi procedere a pompare con la ventosa per rilasciare il tappo.

Usa un furetto per sturare il lavandino

A volte l’aspirazione a ventosa è inconcludente. In tal caso, perché non usare un furetto. Se non sapete cos’è, è un lungo stelo con una specie di cavatappi all’estremità.

Come fare?

  1. Inserire il furetto nello scarico fino a raggiungere l’ostruzione.
  2. Quindi spremerlo. Ed eccoti qui, liberati di questo inconveniente che rovina il tuo comfort!

Come anticipare l’origine del cattivo odore delle pipe?

Per anticipare l’aumento degli odori dalle fosse settiche, c’è un indicatore chiave, è il suono dei gargarismi nel lavandino. Svuota la fossa settica e previeni così l’emanazione di cattivi odori da servizi igienici e lavandini…

Se il problema persiste nonostante i nostri suggerimenti e consigli, non avete scelta, cari lettori, chiamate un professionista, perché non potete improvvisare come idraulici. L’intervento di un esperto è fondamentale per trovare la giusta soluzione ed evitare complicazioni.