La muffa intorno alle finestre è un problema comune. Non solo è antiestetico, ma può anche essere dannoso per la tua salute e quella della tua famiglia. Scopri come sbarazzarti della muffa intorno alle finestre e come evitare che si ripresenti!

La muffa  è tossica e pericolosa per la salute. È un fungo con una sfumatura blu o verde che appare in luoghi in cui l’umidità è aumentata. Il più delle volte in cucina o in bagno, ma non solo. Si trova spesso anche sui telai delle finestre e sui davanzali. Fortunatamente, ci sono modi efficaci per combatterlo.

Perché appare la muffa intorno alle mie finestre?

Una finestra di scarsa qualità, senza taglio termico, può produrre umidità. Ciò è causato dall’elevato contrasto di temperatura tra l’interno della stanza e l’esterno. L’aria calda nella stanza, toccando il vetro e il telaio della finestra molto freddi, si condensa e produce acqua che può gocciolare sulla parete, provocando macchie di muffa.

Muffa intorno alle finestre – fonte: spm

Come si elimina la muffa intorno alle finestre in PVC?

Aceto bianco

La muffa può apparire sulla finestra, in particolare sui telai e sui davanzali. È risaputo che il fungo ama i luoghi freddi, poco ventilati e umidi. Il motivo per cui si sviluppa in queste aree è nella maggior parte dei casi un isolamento termico mal installato, un tetto che perde, pareti umide o finestre mal installate. Tuttavia, esiste un modo efficace per sbarazzarsi della muffa usando l’aceto.

Proteggiti prima di iniziare ad applicarlo. Indossa una maschera, occhiali e guanti, quindi asciuga il davanzale della finestra con un tovagliolo di carta. Versare una tazza di aceto bianco in un flacone spray e spruzzare le aree in cui è apparsa la muffa. Lasciare in posa per un’ora, quindi strofinare con un pennello. Infine, pulisci il davanzale della finestra con carta assorbente. Questo è tutto!

Candeggiare

Se la muffa non è completamente scomparsa dopo il trattamento con aceto, vale la pena trattarla con candeggina. In un flacone spray, mescola una tazza di candeggina e una tazza d’acqua, quindi spruzza le aree interessate. Ricorda, anche il più piccolo focolaio di muffa può diffondersi rapidamente, quindi vale la pena farlo con attenzione. Dopo aver spruzzato le aree infestate, strofinarle con una spazzola, quindi risciacquare con acqua e asciugare.

Mentre l’aceto o la candeggina fanno un buon lavoro nel rimuovere la muffa, i fumi emanati dalla miscela possono essere dannosi per chiunque, soprattutto se la persona ha allergie o problemi respiratori. Se preferisci un’alternativa naturale altrettanto efficace contro la muffa, prova una di queste opzioni:

Borace

Mescola una tazza di borace in 1 litro di acqua calda. Metti la miscela in un flacone spray e spruzza sulla macchia di muffa. Lasciare in posa per mezz’ora e poi pulire con un panno.

Aceto bianco

Mettere l’aceto bianco distillato in un flacone spray (non mescolare con acqua!) e spruzzare sulle macchie di muffa. Lasciare in posa per qualche minuto e pulire con un panno, senza risciacquare. Puoi anche mettere il perossido di idrogeno non diluito in un flacone spray e spruzzare sulle macchie di muffa. Lasciare in posa 10 minuti e pulire con un panno ma sempre senza risciacquare.

Bicarbonato

Mescola mezzo cucchiaino di bicarbonato di sodio con acqua in un flacone spray. Quindi, spruzzare sulle macchie e strofinare con un pennello. Risciacquare e asciugare.

Olio dell’albero del tè

Mescola un cucchiaino di olio dell’albero del tè in una tazza d’acqua. Spruzzare la miscela sulle macchie e poi pulire con un panno.

Muffa sulle pareti - fonte: spm

Cosa si può fare per evitare che la muffa ritorni?

La muffa è un tipo molto comune di fungo le cui spore fluttuano costantemente nell’aria. Quando queste spore atterrano su superfici bagnate o umide, iniziano a riprodursi e compaiono muffe dannose.  Per prevenire la formazione di muffe, è conveniente mantenere il livello di umidità nella nostra casa tra il 30% e il 50%. È altrettanto importante recuperare le perdite o le goccioline d’acqua il prima possibile, poiché la muffa inizia a formarsi entro 24-48 ore.