Le piante grasse sono piante da interno particolarmente apprezzate perché richiedono poca manutenzione. E per una buona ragione, non è necessario avere il pollice verde per mantenere queste piante che crescono nei climi desertici. Scopri le loro tipologie e le istruzioni per coltivarle indoor o nel tuo giardino.

Se queste piante verdi sono particolarmente apprezzate è perché non è necessariamente necessario essere esperti di giardinaggio per coltivare questa pianta. La pianta succulenta può sopravvivere alla siccità grazie all’acqua immagazzinata nelle foglie, negli steli e nelle radici. Esistono diversi tipi di queste piante in vaso e sono facili da coltivare.

Esistono molti tipi di piante grasse

Queste piante grasse sono disponibili in diverse varietà caratterizzate dalle stesse condizioni di conservazione. Se  queste piante dal fogliame carnoso  sono facili da coltivare è perché immagazzinano acqua in quest’ultimo, come i cactus, una specie che conta più di mille varietà.

Plante erba - fonte: spm

1- L’Echeveria elegans

Echeveria elegans, varietà di piante grasse con foglie carnose - fonte: spm

Queste succulente piante tropicali si caratterizzano per la loro forma che ricorda quella di un fiore. Questa forma estetica di pianta deve crescere in pieno sole. Senza questa luce e calore , le foglie possono allungarsi e perdere la loro bellezza.

2- La Crassula ovata gollum

Piantare succulente Crassula ovata - fonte: spm

Questa varietà di succulenta si distingue per le sue foglie compatte che donano volume ai vasi. Il vantaggio di coltivare questo tipo di pianta grassa è la facilità del suo mantenimento grazie alla sua  resistenza  alle aggressioni esterne  tra cui malattie e parassiti, che puoi scongiurare con 10 rimedi naturali.

3- Il Senecio Rowleyanus

Il senecium rowleyanus, pianta tropicale - fonte: spm

Queste piante facilmente coltivabili hanno steli lunghi pieni di foglie sferiche. Questa pianta è decorativa  perché quando la pianti vedi fiori bianchi con un sottile profumo di cannella.

4- Il sedum carnicolor

Piante de sedum carnicolo - fonte: spm

Questa pianta a bassa manutenzione è ancora più facile da coltivare perché  è resistente a temperature estremamente calde o fredde . Bisogna fare attenzione ad annaffiarlo con parsimonia per evitare che marcisca.

5- La Haworthia fasciata

Haworthia fasciata, pianta dal fogliame sempreverde - provenienza: spm

Originaria dell’Africa, questa succulenta ha un aspetto molto particolare con una forma di  foglie verdi spesse, carnose e dure . Sebbene ami molto il sole, tollera anche le basse temperature invernali, essendo una tipologia molto resistente per i giardinieri principianti.

6- La sedum morganianus

Sedum morganianum, pianta esotica - fonte: gestione del giardino

Questa pianta dalle grandi riserve d’acqua originaria del Messico ha steli che possono misurare fino a un metro. Il suo fogliame ha un colore atipico poiché ha una sfumatura verde grigiastra. Questa pianta, che può essere piantata in vaso,  può fiorire e produrre piccoli boccioli rossi.

7- La graptopetalum paraguayense

Graptopetalum paragueyense, una varietà vegetale esotica

Questa pianta è particolarmente estetica poiché assomiglia esattamente a un fiore. Come il sedum morganianum, il suo fogliame è più lungo. Il Graptopetalum paragueyense si distingue per una tinta leggermente viola su uno sfondo verde scuro. Le foglie compatte indicano una crescita ottimale di questa pianta.

Come coltivare questi tipi di piante grasse?

Questi sette tipi di piante grasse richiedono le stesse condizioni di manutenzione. Si consiglia di lasciarle crescere su un terrazzo perché hanno bisogno del sole per fiorire. Per iniziare, avrai bisogno di un vaso con fori di drenaggio. Il primo passo è mescolare sabbia umida e terreno fertilizzato che costituisce un buon fertilizzante per le piante grasse. Se il tuo contenitore è grande, versaci delle palline di argilla per una migliore irrigazione prima di aggiungere  il substrato, che puoi realizzare in casa . Puoi anche aggiungere un fertilizzante speciale per piante grasse che puoi acquistare in un negozio specializzato o in un vivaista. Per rinvasare questa pianta in un contenitore più grande, posiziona il vaso originale sottosopra e picchietta il fondo finché la pianta non si stacca dal vaso e il terreno e le radici vengono esposti. Pianta la succulenta nel nuovo vaso e  picchietta i lati per accogliere il terriccio; quest’ultimo  deve coprire le radici  della pianta. Per dare un aspetto estetico alla tua pianta, ricopri la superficie del terriccio con sabbia e sassolini bianchi. Quest’ultimo passaggio ti aiuterà a evitare una rapida evaporazione dell’acqua.