Ricco di sostanze nutritive, l’aglio è un alimento base della cucina mediterranea e ha molte proprietà medicinali. È possibile coltivarlo in casa per crescere all’infinito. Questa guida per principianti al giardinaggio ti permetterà di godertelo tutto l’anno.

Potete coltivare questi baccelli in vaso o nell’orto, che esaltano il gusto delle pietanze. Con questo tutorial potrai goderti le qualità gustative di questa pianta perenne che sarà a portata di mano. Questa guida ti darà un assaggio del giardinaggio!

Quale aglio coltivare in casa?

Sebbene questa pianta biennale dai 3 benefici sia venduta nei supermercati, i baccelli non possono essere seminati nel terreno. E per una buona ragione, in queste aziende l’aglio può essere trattato con pesticidi ma anche con antigerminativi che possono impedirne la crescita. È per questo motivo che per averne in abbondanza in casa è consigliabile procurarseli presso un garden center. Il vantaggio di piantarli? Questi baccelli sono facili da coltivare  perché resistono bene alle temperature avverse. Le piante perenni raccolte solo all’inizio dell’estate sono meno vulnerabili agli attacchi di insetti e alle malattie di cui soffrono altre piante.

Piantagione di aglio - provenienza: spm

Come coltivare l’aglio in casa?

Per avere queste piante a casa, niente di più semplice! Avrai semplicemente bisogno di una testa d’aglio, del terriccio e di una pentola.

Il primo passo è riempire il vaso con la miscela di terra e fertilizzante. Successivamente, bisognerà separare gli spicchi d’aglio, facendo attenzione a non rovinare la base di quest’ultimo.

Prima di seminarli, assicuratevi che le punte dei baccelli siano rivolte verso l’alto e che raggiungano i 2,5 centimetri di profondità prima di ricoprirli con 2,5 centimetri di terriccio.

Posiziona il contenitore in pieno sole  e annaffia il vaso quando il terreno diventa asciutto. Durante la germinazione, dovrai assicurarti di tagliare gli steli quando superano i 10 centimetri in modo che il sapore rimanga nei bulbi. Assicurati che rimangano 3 centimetri delle parti allungate della pianta perenne per garantire la crescita.

Quando questi ultimi non crescono più e il fogliame sarà secco, togliete i baccelli dal terriccio e ripetete la stessa operazione. Si consiglia di lasciare uno spazio di 15 centimetri tra ogni baccello grande. Dopo una settimana o 10 giorni, vedrai risultati significativi nella crescita di questa pianta perenne.

Piante perenni - fonte: spm

Quando piantare una testa d’aglio?

Esistono diverse varietà di aglio ed è importante conoscere le condizioni di crescita per poterne beneficiare. Si consiglia di seminare i bulbi dell’aglio bianco da ottobre a dicembre perché la crescita è più lunga. Se la pianta biennale è rosa , va coltivata all’inizio della primavera ma anche a gennaio, febbraio o marzo. Se il capo di questa pianta è viola o rosso, si consiglia di piantarla in autunno perché è più vulnerabile al caldo.

Coltivazione dell'aglio in vaso - fonte: spm

Quali sono le condizioni di crescita dell’aglio?

Sebbene questa pianta biennale sia facile da curare, necessita di un terreno adatto. Questo deve essere aerato e non sabbioso per favorire una buona semina. Si consiglia quindi di aggiungere  terriccio asciutto, palline di argilla e compost  per una buona crescita dei bulbi d’aglio.

Rinvaso dell'aglio - fonte: spm

Come mantenere l’aglio in una pentola?

Questa pianta biennale di facile manutenzione è facile da coltivare. È quindi ideale per chi si avvicina al giardinaggio, attività il cui potere terapeutico è dimostrato dalla scienza. Perché il bulbo possa fiorire completamente nel vaso,  deve beneficiare di molta luce . L’irrigazione sarà necessaria solo quando il clima è secco o all’inizio della semina.

Quando raccogliere l’aglio?

Dopo che il bulbo è cresciuto bene, è il momento di raccogliere i frutti. Se vuoi godertelo in estate, si consiglia di iniziare a piantare in autunno. Per raccogliere i baccelli durante la stagione autunnale , si consiglia di coltivarli in primavera. Qualche settimana prima di raccogliere queste piante che esaltano il sapore dei piatti, dovrai dissotterrare il bulbo ed eliminare parte del terreno che lo circonda.

Come raccogliere questa pianta?

Per poter finalmente cuocere l’aglio e realizzare gustose ricette, utilizzate una forchetta da giardino per eliminare i bulbi. La seconda fase consiste nel  lavare i cespi di questa pianta  per eliminare i residui di terra ed evitarne la decomposizione. Non vi resta che asciugarli con le foglie su un pezzo di legno per gustarli!