Ti è mai capitato di togliere i vestiti dalla lavatrice e sentire un odore che proprio non ti piace? Scopri come evitare che i tuoi vestiti abbiano un cattivo odore dopo il lavaggio.

Spesso si pensa che asciugando i panni i cattivi odori spariranno, ma rimangono attaccati ai vestiti e poi bisogna lavarli di nuovo per eliminarli!

Ci sono molte ragioni per questo, dall’umidità al troppo detersivo o alla temperatura!

Leggi anche: Cosa mettere sul davanzale di una finestra per evitare la condensa? Un trucco insolito

Non sovraccaricare

La prima regola per non avere mai capi che abbiano un cattivo odore dopo il lavaggio è non sovraccaricarli mai!

Anche se ci sono tante cose da fare in una giornata e pensiamo che lavare tanti vestiti in una volta sia il modo migliore per risparmiare tempo, in realtà stiamo solo rallentando la pulizia dei vestiti, perché dovremo ripetere il ciclo di lavaggio successivo.

Per evitare questo problema, programmate le vostre lavatrici negli orari che preferite e mettete solo pochi capi di bucato in modo che il detersivo sia distribuito uniformemente.

Aggiungere la giusta quantità di detersivo

detergente

Il secondo passo è aggiungere correttamente il detersivo!

Quante volte hai versato troppo detersivo, pensando che i tuoi vestiti avranno un odore migliore o saranno più puliti?Se metti troppo detersivo sui vestiti, il   detersivo  che non si scioglie nell’acqua penetra nelle fibre dei vestiti e i vestiti hanno un cattivo odore.

Non mettere troppo detersivo o non otterrai la giusta quantità per mantenere i tuoi vestiti puliti e profumati!

Puoi anche fare un detersivo naturale ed ecologico per la lavatrice!

Temperatura

regolare la temperatura

Un’altra cosa importante da sapere durante il lavaggio è senza dubbio la temperatura.

Anche se la biancheria intima e altri indumenti specifici devono essere lavati a temperature molto elevate, altrimenti non saranno completamente puliti, sarebbe meglio fare gli altri lavaggi a basse temperature!

Anche se è sempre molto importante leggere le indicazioni sulle etichette di lavaggio dei vestiti, cercate di non superare mai una temperatura di circa 40 gradi.

Le basse temperature favoriscono l’odore dei vestiti!

Niente lavaggi brevi

Un’altra abitudine adottata per velocizzare le diverse lavorazioni sono i lavaggi brevi.

I lavaggi brevi non sono efficaci soprattutto per alcuni  capi.

Quindi, invece di fare brevi lavaggi ad alte temperature, fate lunghi lavaggi a buone temperature per non rovinare i vostri vestiti.

Usando il bicarbonato di sodio

Usare il bicarbonato è uno dei trucchi della nonna per il lavaggio a mano e in lavatrice!

Il bicarbonato di sodio aiuta a trattenere i cattivi odori e a ridurre l’odore di umido che può essere presente sui vestiti dopo il lavaggio.

Per usarlo in lavatrice, metti un cucchiaio di bicarbonato direttamente nel cestello e avvia il ciclo di lavaggio.

Quindi usa la stessa quantità se lavi a mano!

Allunga subito

stendere il bucato

Un’altra cattiva abitudine, soprattutto per chi ha sempre freddo, è non stendere subito il bucato!

Le moderne lavatrici consentono di programmare gli orari in cui si desidera iniziare un lavaggio. Quindi sarebbe meglio scegliere questo metodo per poter lavare i vestiti. Se possibile, stendi il bucato al mattino o quando il tempo è bello.

Pulizia della lavatrice

Infine, pulisci a fondo la tua lavatrice almeno una volta al mese!

Quello che devi fare è controllare i diversi elementi: guarnizione, contenitore del detergente, cestello, tubo e, più raramente, il filtro.

Leggi anche: Tendenze moda autunno 2022: quali sono i vestiti vecchio stile da evitare in questa stagione?

Pulisci tu stesso tutte le parti scollegando prima la lavatrice , quindi lavandola a vuoto.

Avvertenze

Ricordati di leggere sempre le etichette sui vestiti prima di iniziare il lavaggio.

Leggi anche: Un automobilista evita di pagare una multa di 118 euro grazie a un’applicazione che tutti abbiamo