Hai piante da appartamento? Hanno la particolarità di portare vita e colore in una stanza, sia in casa che in ufficio. E in questa categoria le orchidee sono tra le piante più eleganti che si possono trovare nei nostri appartamenti. Le loro graziose fioriture possono illuminare qualsiasi luogo. Tuttavia, possono essere vulnerabili in determinate condizioni o a determinati parassiti. Ah! Questo pizzico che abbiamo nel cuore per vedere appassire e perdere il loro splendore le nostre bellissime amiche piante. Fortunatamente, con i metodi giusti, puoi dare loro le cure di cui hanno bisogno per sopravvivere e prosperare. Hai orchidee che sembrano tristi, appassito o non fiorisce più? Vediamo insieme come ridare un sano splendore alle tue preziose piante.

Come rivitalizzare un’orchidea appassita o che perde i suoi fiori?

Le tue orchidee sembrano cupe? E ti chiedi se è ora di buttarli via? Il nostro consiglio: non abbandonarli troppo in fretta. Prima di pensare a sostituirli, prenditi il ​​tempo per dare loro le cure necessarie. Puoi quindi conservarli per molto tempo. Ma come procedere? E con quali ingredienti? Ecco una ricetta efficace a base di aglio in polvere.

L'aglio in polvere è un ottimo fertilizzante naturale per la cura delle orchidee

  • Aglio un fertilizzante naturale per una bella fioritura della pianta dell’orchidea

Diversi fattori possono far appassire le tue piante d’appartamento. Tra i più comuni ci sono le annaffiature, ma anche i parassiti. Se stai cercando un modo naturale ed efficace per far rifiorire le tue orchidee appassite, la soluzione è probabilmente nella tua cucina: l’aglio. Questo condimento molto popolare in gastronomia contiene molti nutrienti benefici per le tue piante. Lo sapevate ? L’aglio è ricco di vitamine e minerali essenziali come vitamina C, vitamina B6, calcio, potassio, sodio e magnesio. Tutto ciò di cui hai bisogno per stimolare la fioritura delle piante e rafforzare la loro crescita complessiva. Inoltre, le sue proprietà ossidanti e antibatteriche lo rendono un ottimo modo per respingere gli insetti e promuovere i microrganismi.

  • Come usare l’aglio in polvere per ravvivare un’orchidea deflorata?

Questo metodo non chimico consentirà alle tue piante di crescere sane e forti, anche durante i periodi di forti piogge e basse temperature. Per preparare questo fertilizzante, tutto ciò che devi fare è:

  1. Far bollire una tazza d’acqua;
  2. Lasciare raffreddare, quindi aggiungere un cucchiaino di aglio in polvere;
  3. Dopo qualche minuto filtrate il composto, quindi aggiungete circa un litro d’acqua;
  4. Innaffia la tua pianta di orchidea con questa soluzione, due volte a settimana.

Hai anche la possibilità di scegliere tra altri due metodi : il primo è quello di cospargere un cucchiaino di aglio in polvere direttamente sulla superficie del terriccio all’interno dei vasi, ogni quindici giorni. La seconda opzione è strofinare delicatamente le foglie delle tue piante con un batuffolo di cotone imbevuto di aglio. In ogni caso, è meglio adottare un approccio preventivo al trattamento per controllare i parassiti e promuovere una crescita sana delle tue orchidee.

Con i giusti consigli avrai a casa bellissime orchidee per molto tempo

Come mantenere e provocare la fioritura di un’orchidea?

Sebbene possano sembrare fragili in apparenza, prendersi cura delle orchidee in casa è facile se si seguono i consigli giusti per coltivarle. 

  • Consigli utili per aiutarti a coltivare e curare le tue orchidee
  • Il giusto mix: per far crescere con successo le tue orchidee, è importante utilizzare il giusto mix di coltivazione. Generalmente, una miscela contenente perlite grossolana, corteccia di abete e muschio di sfagno farà il trucco.
  • Luce: assicurati che le tue orchidee ricevano abbastanza luce, ma evita la luce solare diretta. Le orchidee preferiscono la luce brillante e indiretta e una luce insufficiente può portare a una scarsa fioritura. Troppa luce può bruciare le foglie.
  • Temperatura: mantieni le tue orchidee a circa 15 gradi (8°C) più fresche di notte che durante il giorno per incoraggiare la fioritura.
  • Irrigazione: innaffia le tue orchidee con parsimonia, lasciandole asciugare tra un’annaffiatura e l’altra . Per verificare se hanno bisogno di acqua, infila il dito di circa un pollice nel terreno di coltura. Se è secco, innaffia le tue piante. Altrimenti, rimanda.
  • Umidità: Aumenta l’umidità (tra il 50 e il 60%) attorno alle tue orchidee mettendo sotto le piante un sottovaso pieno d’acqua o un vassoio di sassi. Puoi anche usare un umidificatore per appannarli quotidianamente.
  • Fertilizzante: Fertilizza le tue orchidee settimanalmente o bisettimanalmente durante la crescita attiva, quindi riduci a intervalli mensili o bimestrali una volta raggiunta la maturità. Quando le tue orchidee diventano dormienti, è ora di smettere del tutto di concimare.
  • Segni di parassiti o malattie: le orchidee sono talvolta colpite da cocciniglie e afidi. Grazie al suggerimento che ti abbiamo dato sopra, puoi sbarazzartene.
  • Rinvaso: se nonostante tutte le cure prestate alla tua orchidea, smette di fiorire, il rinvaso è quindi d’obbligo. Consiste nel trasferire la pianta in un vaso leggermente più grande per permettere alle sue radici di svilupparsi meglio. Questo dovrebbe essere fatto ogni due anni.
Le orchidee devono ricevere la quantità d'acqua necessaria per fiorire bene.

Come potare un’orchidea dopo la fioritura?

Se sei un amante della natura e più specificamente un amante delle piante, probabilmente sai che potare le tue orchidee dopo la fioritura è fondamentale per prendersene cura correttamente. Il gambo di un’orchidea tende naturalmente a seccarsi dopo la fioritura. È quindi fondamentale saperla potare correttamente in modo da stimolare una nuova crescita e la futura fioritura. Ecco alcune cose da ricordare per aiutarti a potare con successo le tue orchidee:

  • Per uno stelo di orchidea sano: sono verdi e sodi e non mostrano segni visibili di malattia. Per tagliarli, utilizzare cesoie o lame pulite e disinfettate ed eseguire un taglio netto. Questo per evitare che virus e altre batterie entrino nella pianta attraverso questo taglio.
  • Per steli morti: Gli steli morti sembrano appassiti, gialli o marroni. Sono improduttivi. Tagliali fino alla base della pianta per stimolare la produzione di radici nella pianta.
Per aiutare le tue piante a rifiorire, taglia le parti morte

Ecco un video che spiega come far rifiorire le vostre orchidee

Seguendo questi suggerimenti, puoi facilmente prenderti cura delle tue orchidee e godertele per molti anni. Inoltre, utilizzare fertilizzanti naturali è anche una scelta economica ed ecologica rispetto ai prodotti chimici.