Una delle piante più popolari per regalare o decorare qualsiasi spazio sono le orchidee…

Una delle piante più apprezzate per regalare o decorare qualsiasi spazio sono le orchidee grazie alla loro bellezza ed eleganza, tuttavia non sono una specie facile da accontentare, in quanto richiedono molte cure che ne valgono la pena per godersi la loro bella fioritura, ecco perché oggi ti diremo come innaffiare la tua orchidea in modo che sia piena di fiori, sana e bella.

Le orchidee hanno bisogno di ricevere abbastanza luce o le loro foglie diventeranno scure, quindi posizionala in un luogo soleggiato, vicino a una finestra sarà perfetto, ma se riceve la luce diretta del sole brucerà. Hanno anche bisogno di essere in un vaso che non oscuri le loro radici , poiché hanno anche bisogno di ricevere il sole su di loro.

Sono di origine tropicale e vivono nei rami e nei tronchi degli alberi, quindi sono abituati all’umidità elevata , tuttavia è importante evitare che le loro radici vengano allagate e fare in modo che ricevano molte ore di luce.

I suoi fiori possono durare fino a tre mesi , che è un tempo lungo, ma necessitano di annaffiature abbondanti e distanziate con acqua povera di sali minerali e con un ottimo drenaggio, infatti i vivaisti consigliano di annaffiare le orchidee tre o quattro volte alla settimana , ma sempre e quando hanno un ottimo drenaggio ed è possibile che durante i mesi caldi abbiano bisogno di ancora più acqua. 

Come innaffiare la tua orchidea in modo che si riempia di fiori

Come innaffiare la tua orchidea in modo che sia piena di fiori, sana e bella

Avrai bisogno:

  • Ghiaccio
  • Acqua
  • Bicarbonato di sodio

Passo dopo passo:

  1. Innaffia la tua orchidea con tre cubetti di ghiaccio una volta alla settimana, se è una piccola orchidea usa solo due cubetti di ghiaccio
  2. Sciogliere un cucchiaino piccolo di bicarbonato di sodio in un litro d’acqua, non eccedere nella quantità
  3. Innaffia le tue orchidee con questa soluzione solo una o due volte al mese.
  4. Il bicarbonato di sodio agisce come trattamento naturale per alcune malattie delle piante, ma nelle orchidee viene utilizzato anche come fertilizzante e per favorire la fioritura.