Le fughe delle piastrelle sono spesso esposte all’umidità e a schizzi di ogni tipo, sia in cucina che in bagno, col tempo tendono a sporcarsi, ad annerirsi e a deteriorarsi. Le alternative naturali ti consentono di ritrovare facilmente la brillantezza delle fughe delle piastrelle. Ti diciamo tutto.

Cosa sporca la malta delle piastrelle?

Con il tempo le piastrelle possono deteriorarsi, soprattutto in corrispondenza delle fughe. Vi penetrano polvere, acqua stagnante e altri liquidi, favorendo la proliferazione di batteri e lo sviluppo di muffe. Se non vengono puliti adeguatamente, possono annerirsi e deteriorarsi rapidamente.

Come pulire le fughe sporche delle piastrelle del pavimento senza strofinare?

Lo sapevate ? È assolutamente possibile  pulire le fughe delle piastrelle  senza passare ore a strofinare! A volte basta circondarsi degli ingredienti giusti per dargli una bella pulita. Prodotti sani ed ecologici sono in grado di eliminare lo sporco incrostato e neutralizzare la proliferazione di batteri sulle articolazioni. Spieghiamo la procedura da seguire:

  1. Utilizzando una scopa o un aspirapolvere pulire la superficie delle piastrelle.
  2. Immergere uno spazzolone in acqua calda e pulire con esso la superficie della piastrella per rimuovere eventuali residui di polvere e sporco.
  3. Quindi prepara il tuo prodotto domestico. Per questo avrai bisogno dei seguenti ingredienti:
  • 8 cucchiai di bicarbonato di sodio
  • 4 cucchiai di acqua ossigenata
  • 1 cucchiaino di detersivo per piatti
  1. In una ciotola, mescola il bicarbonato di sodio e l’acqua ossigenata fino ad ottenere una pasta.
  2. Aggiungere poi il detersivo per piatti e applicare il composto sulle fughe.

Attenzione

Testare la miscela su una piccola area delle piastrelle. Alcuni materiali potrebbero scolorirsi a contatto con i prodotti sopra indicati. Se non noti nulla di insolito, continua a pulire.

  1. Lasciare agire la pasta detergente per 5-10 minuti.
  2. Quindi utilizzare una spugna, uno spazzolino da denti o anche un asciugamano umido per pulire la superficie. Se necessario ripetere questa operazione.
  3. Lascialo asciugare all’aria!

Ed ecco qua, le fughe delle piastrelle sono perfettamente pulite! Probabilmente ti starai chiedendo cosa rende questa soluzione così efficace? Questa è l’azione pulente di questi diversi prodotti. Da un lato, il bicarbonato riesce a penetrare nella superficie porosa delle fughe ed eliminare le macchie senza essere troppo abrasivo. Il perossido di idrogeno è una buona alternativa alla candeggina. Permette di sbiancare e  pulire a fondo  questo tipo di superficie. E con un piccolo tocco di detersivo per piatti, potrai rimuovere più facilmente le macchie di grasso e lo sporco dalle fughe, sia delle pareti che delle piastrelle!

Quale altro prodotto per la pulizia ecologico dovresti scegliere per le fughe delle piastrelle?

Quando si tratta di pulire le fughe delle piastrelle, è possibile utilizzare tutta una serie di prodotti per la casa. Ma ci sono altre opzioni più delicate e naturali per le tue piastrelle che sono altrettanto efficaci:

  • Aceto bianco :

In cima alla lista, l’aceto bianco è l’alleato domestico di cui non possiamo fare a meno. Grazie al suo alto contenuto di acido acetico, viene spesso utilizzato per le sue proprietà detergenti e disinfettanti.

  • Bicarbonato di sodio :

Questo prodotto multiuso, leggermente abrasivo, è molto efficace quando si tratta di rimuovere macchie dai sanitari e sporco incrostato.

  • Percarbonato di sodio:

Cugino del bicarbonato di sodio, il percarbonato di sodio è un ottimo detergente e sbiancante in grado di rimuovere lo sporco in profondità ed eliminare microrganismi e batteri in superficie.

  • Succo di limone :

Se cerchi un buon detergente, il succo di limone ricco di acido citrico è quello che fa per te. Agisce come un ottimo smacchiatore e sbiancante. E in più ha un buon profumo!

  • Perossido di idrogeno:

Con le sue proprietà antibatteriche e antifungine, elimina rapidamente lo sporco dalle fughe e dalle superfici della tua cucina e dagli ambienti umidi come il bagno, con risultati ottimali.

Come mantenere pulite le fughe delle piastrelle?

Come avrete capito, il modo migliore per  mantenere le fughe delle piastrelle sempre pulite  e sane è evitare quotidianamente l’accumulo di sporco. Come procedere? Ecco alcune buone abitudini da adottare in casa:

  • Posiziona un tappetino all’ingresso per pulire le suole delle scarpe.
  • Pulisci le zampe degli animali domestici che potrebbero trasportare sporco dall’esterno.
  • Pulisci le fughe con un po’ di acqua ossigenata ogni 3 giorni o una volta alla settimana per prevenire la comparsa di muffe. Questa manutenzione regolare lascerà le articolazioni pulite.
  • Ventilare regolarmente il bagno e la cucina per rilasciare i vapori acquei e consentire alle piastrelle di asciugarsi. Ciò eviterà la formazione di muffa nel tempo sulle giunture.
  • Optare per una pulizia almeno settimanale per mantenere il pavimento in perfette condizioni. Ciò deve includere anche la pulizia dei rubinetti che perdono sulle giunture e lasciano macchie ostinate.

Sigillare le giunture

Per farle durare più a lungo, le fughe devono essere protette dall’eccessiva umidità. Per fare ciò, applichiamo con cura mastice o sigillante siliconico direttamente sui giunti. Un procedimento che deve essere eseguito in armonia con la finitura delle piastrelle. Seguire il leader !

  1. Scegli un prodotto adatto alle tue piastrelle. Alcuni sigillanti funzionano solo con un tipo di malta per piastrelle.
  2. Pulire le fughe e le piastrelle seguendo il metodo sopra descritto. Applicare una soluzione di acqua e aceto sulla giuntura per una finitura impeccabile.
  3. Applicare lo stucco su tutta la linea utilizzando una spugna o un pennello.
  4. Assicurarsi di coprire bene le giunture per creare una barriera impermeabile.
  5. Lasciare asciugare per 10 minuti quindi pulire la superficie con un panno asciutto.
  6. Applicare una seconda mano per ottenere il risultato desiderato.
  7. Lasciare asciugare il sigillante evitando di camminarci sopra o di fare la doccia. L’operazione potrebbe richiedere fino a 48 ore, a seconda di ciascun prodotto.

E il gioco è fatto, le giunzioni sono perfettamente resistenti all’umidità e alle muffe! Non esitate a informarvi prima di acquistare il vostro sigillante. Alcuni sono più durevoli di altri e hanno meno probabilità di rompersi.

FAQ

Come sbiancare le fughe annerite delle piastrelle del bagno e della doccia?

Diversi ingredienti possono aiutarti a sbiancare la malta delle piastrelle, come aceto e bicarbonato di sodio. Ma puoi anche usare dentifricio, pietra argillosa o sapone nero. Con la sua composizione di olio di lino, olio di oliva e potassa, quest’ultima agisce come un ottimo detergente e detergente. Basta diluire un tappo in un litro di acqua calda e poi strofinare con uno spazzolino da denti. Effetto garantito.

Come pulire le fughe delle piastrelle del bagno e renderle pulite?

Basta una soluzione di acqua aceto e qualche goccia di detersivo per piatti per rendere le piastrelle del bagno pulite e splendenti. Mescolare i due ingredienti e strofinare con una spugna abrasiva quindi passare con un panno imbevuto di acqua pulita. Il sale grosso è anche una buona alternativa per rimuovere lo sporco dalle fughe delle piastrelle negli angoli delle pareti. Le tue piastrelle saranno come nuove con questi buoni prodotti naturali!

Quanto tempo aspettare prima di risanare le piastrelle del pavimento?

Se vuoi rifare le fughe delle piastrelle. Fallo dopo un anno sulle superfici della casa che sono spesso frequentate dai membri della tua famiglia.