Che gioia usare il forno per preparare piatti deliziosi, molto gustosi e croccanti! L’unico inconveniente è che a un certo punto devi pulire questo dispositivo che ami così tanto. Esatto, purtroppo, la sporcizia ama stabilirsi lì. Tra fuoriuscite di grasso, residui bruciati e odori indescrivibili, ciao batteri! E, date le sue condizioni opprimenti, è meglio disinfettarlo prima del pasto successivo… Tuttavia, va detto che questo è uno dei compiti più noiosi che ci siano. Ti ascoltiamo, ma non hai scelta. La pulizia periodica del forno è fondamentale per preservare la propria salute e quella dei propri cari.

Come si pulisce l’interno del forno?

Non sai nemmeno da dove cominciare? Stai sussultando e sospirando per tutta quella sporcizia? Stai tranquillo, comprendiamo appieno la tua angoscia. All’inizio può sembrare opprimente, ma vedrai, la soddisfazione di avere un forno immacolato non ha prezzo. È la promessa di avere pasti più sani e gustosi, quindi ne vale sicuramente la pena! E contrariamente alla credenza popolare, la pulizia profonda di un forno non è così scientifica come si potrebbe pensare. Dalla semplice pressione di un pulsante agli intrugli che sciolgono i grassi, ecco tutto quello che c’è da sapere.

  • Utilizzare la funzione di autopulizia

Oggi, molti forni moderni sono dotati di una funzione autopulente. “Il ciclo di autopulizia è una funzione comoda e che fa risparmiare tempo. Durante questo ciclo, il forno viene riscaldato a circa 470°C. A questa temperatura, il cibo all’interno del forno viene incenerito, lasciando dietro di sé una piccola quantità di cenere. E le ceneri rimanenti possono essere facilmente rimosse con un panno umido. ” dice Paul Bristow. ” Secondo lui, questa funzione è, di gran lunga, il modo più semplice per pulire un forno. Soprattutto se non vuoi preoccuparti di usare detergenti chimici o anche i tuoi trucchi da brava nonna.

Tuttavia, c’è un grosso svantaggio da considerare: il forno si blocca per tre-cinque ore ed emette molto calore, il che francamente non è piacevole, soprattutto durante un’ondata di caldo. Per non parlare del forte odore che emana. Dovresti quindi stare lontano dalla cucina durante questo periodo, evitando che bambini e animali domestici si avvicinino durante il processo.

Lo specialista fornisce ulteriori consigli: “Su questo tipo di dispositivo autopulente non devono essere utilizzati detergenti commerciali o rivestimenti per forni, in quanto ciò può danneggiare il rivestimento smaltato. Inoltre, a seconda del modello del forno, le pentole e le griglie devono essere rimosse (…). Infine, sia che tu stia utilizzando i cicli di autopulizia, pulizia a vapore o anche manuali, assicurati sempre che l’unità si sia raffreddata perfettamente a temperatura ambiente prima di prendere in considerazione la possibilità di pulire l’interno del forno. Inoltre, Bristow suggerisce di utilizzare ripetutamente la funzione autopulente per rimuovere tutto il grasso e le macchie ostinate. Potrebbe anche essere necessario un po’ di olio di gomito per sradicare il residuo.

  • Utilizzare uno speciale detergente per forno

Nonostante i suoi inconvenienti, il ciclo di autopulizia spesso fa un buon lavoro di pulizia del forno. Tuttavia, se non ne hai uno, va bene, ci sono una manciata di alternative. L’opzione più comune è quella di utilizzare un detergente chimico per forno dedicato, disponibile nei supermercati e nei negozi specializzati. Come applicarlo? Dopo aver rimosso eventuali pezzi grandi di cibo sfuso, spruzzare il detergente in modo uniforme su tutta la superficie interna del forno e lasciarlo riposare per almeno 30 minuti. Avrà il compito di sollevare sporco e grasso, permettendoti di pulirli più facilmente.

FYI

Poiché le sostanze chimiche sono potenti, è sempre meglio aprire le finestre per ventilare la cucina. Si consiglia inoltre di indossare guanti e mascherina durante la pulizia del forno.

  • Usa un detergente fatto in casa
Una ciotola di bicarbonato di sodio

In effetti, preferisci evitare questi vincoli. E poiché hai molti bambini e animali domestici in casa, vorresti limitare il più possibile l’uso di sostanze chimiche. In tal caso, i rimedi naturali fanno al caso tuo! Stavi cercando ingredienti scelti? Questo trio ti lascerà a bocca aperta: l’uso di bicarbonato di sodio, aceto bianco e acqua ti darà la soluzione naturale più utile di sempre.

« Spesso consigliamo di evitare i detergenti chimici per forno a favore di una soluzione sicura e semplice che fornisca sempre risultati impeccabili. Un ottimo detergente fatto in casa è la combinazione di bicarbonato di sodio e acqua. Questo prodotto agisce come un abrasivo e, se combinato con l’acqua, scioglie più facilmente le particelle di cibo bruciato“, afferma Jessica Samson, direttore del marchio nazionale di The Maids. “Preparate questo impasto e applicatelo generosamente sulla superficie interna del forno. Lascialo in posa per almeno 20 minuti (idealmente più a lungo se possibile) per abbattere il cibo bruciato“, continua. Puoi anche aggiungere un po’ di aceto bianco alla tua soluzione per accentuare il potere pulente. Per fare questo, spruzza semplicemente l’aceto sopra e lascialo riposare per la stessa quantità di tempo. Quindi, utilizzare un tampone non abrasivo per strofinare delicatamente tutte le superfici e pulire con adamp stoffa. Lasciare asciugare. Il tuo forno non ha mai brillato così tanto!

  • Rimuovere e lavare le griglie
Immergere le griglie

« Indipendentemente dal tipo di forno che hai, il modo migliore per pulire le griglie metalliche è rimuoverle completamente dall’apparecchio e immergerle in acqua bollente con un po’ di detersivo per lavastoviglie ” afferma Ron Shimek, Presidente di Mr. Appliance. ” Ti stai chiedendo quale sarebbe il posto migliore per lavarli? Lo specialista ha la risposta. “La vasca da bagno è un buon posto per immergere le griglie del forno,ma ovviamente dovrai pulire la vasca dopo. Dopo un ammollo di due ore, strofinare le griglie con una spazzola rigida, sciacquare e asciugare prima di rimettere in forno. »

Stai ancora notando macchie ostinate? Non c’è bisogno di far bollire l’acqua, puoi anche usare la miscela di bicarbonato di sodio e acqua con lo spray all’aceto. Ma il segreto è lasciare riposare questa soluzione abbastanza a lungo da consentire agli ingredienti di fare la loro magia. Dopodiché, vedrai, l’attrito sarà super veloce. E il risultato è stupefacente!

  • Utilizzare la funzione autopulente per griglie in porcellana

Le vostre griglie sono in porcellana e non in metallo? In questo caso, Bristow invita a lasciarli in forno durante il ciclo di autopulizia. E se sei fortunato, il tuo forno potrebbe avere l’opzione “pulizia a vapore” che rimuove rapidamente piccole fuoriuscite di cibo sulle griglie. Come bonus aggiuntivo, questo ciclo richiede molto meno calore rispetto all’autopulizia convenzionale. “La pulizia a vapore non prevede l’uso di prodotti chimici, quindi pentole e griglie standard possono rimanere nel forno durante la pulizia. Dovrebbe essere usato più spesso dell’autopulizia per evitare che le macchie ostinate cuociano ulteriormente“, afferma l’esperto.

Come si puliscono le manopole del forno?

Manopola del forno
  • Un panno in microfibra

Un semplice panno in microfibra umido farà il trucco per pulire a fondo i pulsanti del forno. Se il lavoro lo richiede, utilizzare un panno con un po’ di sapone o una salvietta usa e getta.

  • Evitare di spruzzare direttamente sui brufoli

Shimek mette in guardia contro la spruzzatura delle manopole del forno direttamente con un detergente per la casa. “Fai attenzione, il liquido potrebbe finire dietro i pulsanti e gli interruttori, il che potrebbe cortocircuitare il pannello di controllo“, dice. “Invece, spruzza un panno con un detergente liquido e poi strofina i controlli per evitare cortocircuiti”, consiglia.

Come si puliscono le porte in vetro del forno?

  • Usa una pasta di bicarbonato di sodio

Siamo d’accordo, poiché è fragile e delicata, la porta in vetro del tuo forno richiede un approccio più delicato rispetto alle griglie, perché il vetro è molto più sensibile ai graffi. Pertanto, i prodotti abrasivi dovrebbero essere evitati. Invece, opta per una tecnica di lavaggio meno aggressiva.

« Per pulire il vetro della porta del forno senza graffiarlo, mescola bicarbonato di sodio e acqua per ottenere una pasta densa. Spalma generosamente questa pasta sul bicchiere e lasciala riposare per 20 minuti o più“, afferma Jessica Samson. “Quindi, rimuovi delicatamente la pasta con un panno in microfibra, risciacqua abbondantemente con acqua e asciuga la porta per una lucentezza scintillante”. Brillantezza garantita!

  • Pulisci le finestre con un detergente speciale

In alternativa, puoi spruzzare acqua saponata o detergente per forno. Per completare il lavoro, utilizzare un detergente per vetri standard o solo un po’ di aceto diluito su un panno morbido per una maggiore lucentezza.

  • Rimuovi polvere e detriti dalle aree nascoste

A volte, la porta in vetro del forno è composta da due pezzi di vetro, che possono portare a un accumulo di briciole, polvere o striature di grasso nel tempo. Non preoccuparti, il compito non è complicato, anche se richiede alcuni passaggi in più. Per prima cosa, apri la porta e appoggiala sulla gamba per sostenerla bene (per evitare che cada e si rompa). Quindi, svitare lungo la parte superiore della porta. Una volta svitato, avrai accesso agli strati intermedi. Per pulire polvere e briciole, utilizzare un tubo di aspirazione con un piccolo ugello. Per rimuovere il grasso, utilizzare una spugna umida con un manico lungo.

Con quale frequenza dovresti pulire il forno?

Paul Bristow, direttore esecutivo delle cucine integrate di GE Appliances, consiglia di pulire a fondo il forno almeno ogni tre-sei mesi, o anche di più se è davvero necessario. E, se noti macchie ricorrenti, non lasciarle in giro. Fai una pulizia superficiale durante tutto il mese per prevenire l’accumulo di batteri. Ricorda che più mantieni il tuo forno, meno restrittivo sarà il processo di pulizia. E, oltre a rendere il lavoro più sopportabile, un forno relativamente pulito preserva il sapore del cibo… meno i germi!

Domande frequenti

Puoi usare la lana d’acciaio per pulire un forno?

No. L’interno del forno è realizzato in porcellana o acciaio inossidabile. Entrambi i materiali potrebbero essere danneggiati dalla lana d’acciaio. D’altra parte, l’uso di lana d’acciaio per pulire il carbone bruciato dalle griglie metalliche è perfettamente adatto.

Come si pulisce un forno elettrico o a gas?

Puoi pulire un forno a gas allo stesso modo di un forno elettrico. Tuttavia, con un forno a gas, devi fare attenzione a non far gocciolare la pasta detergente nel bruciatore a gas, sotto le fessure di ventilazione sul fondo del forno. Per evitare questo problema, è sufficiente coprire lo sfiato con un foglio di alluminio mentre si pulisce.

Come si pulisce la plastica fusa dal forno?

  1. Tieni un cubetto di ghiaccio o un impacco di ghiaccio contro la plastica sciolta per congelarlo e renderlo fragile.
  2. Quindi usa un coltello o uno strumento affilato per raschiare via la plastica.