Oggi parleremo di tutti gli aspetti importanti, che permettono di ottenere un grande raccolto di peperone dolce!

COMINCIAMO CON LE PIANTINE!

Prima di tutto, devi decidere cosa vuoi ottenere: un raccolto precoce o un grande raccolto. Purtroppo non siamo mai riusciti ad ottenerli contemporaneamente, se dovessimo riferirci al raccolto raccolto da un singolo cespuglio.

Se vuoi ottenere un raccolto anticipato, semina i semi per le piantine all’inizio (a febbraio): se le piantine fioriscono prima di piantare in giardino, otterrai il raccolto anticipato desiderato: 3-5 peperoni grandi da un cespuglio.

E se vuoi ottenere un grande raccolto, non dovresti permettere alle piantine in vaso di fiorire, ma solo dopo aver piantato in giardino. Perché? Perché al momento della fioritura la pianta passa dalla fase vegetativa di sviluppo (formazione degli organi vegetativi: foglie, fusti, radici) alla fase generativa (fruttificazione): rinuncia così allo sviluppo delle radici e dei piccoli, e le conseguenze consistono nella possibilità di legare e nutrire un piccolo numero di frutti. Le radici sono la base del peperone e i bambini sono la base di un grande raccolto, perché è su di esse che si forma la maggior parte dei frutti.

Quindi, quando dovrebbero essere seminati i semi di pepe? Dipende dalla loro varietà: i primi – i primi, gli ultimi – dopo. La cosa più importante è calcolare il periodo di semina in modo tale da non permettere alle piantine di fiorire in vaso e riuscire a piantarle nel terreno già riscaldato, poiché i peperoni non resistono alle basse temperature: le loro radici non riescono ad assimilare i nutrienti dal terreno freddo. Il periodo di semina ottimale dovrebbe essere calcolato, a seconda della regione, in cui vivi e del suo clima.

LE INFIORESCENZE PRINCIPALI DEVONO ESSERE RIMOSSE DAL CESPUGLIO?

Si trovano a livello del nodo superiore. Dipende dalla situazione: se la piantina fiorisce in vaso, sarebbe meglio strappare i primi fiori. Inoltre, se i fiori continuano a svilupparsi all’interno del nodo, tra gli steli spessi, dovresti rimuoverli, poiché i peperoni sviluppati a questo livello possono strappare il cespuglio.

STRAPPARE LE FOGLIE INFERIORI E I BAMBINI INFERIORI

Non ha senso romperli, poiché questa manovra non farà aumentare il raccolto. Se la pianta ritiene di non aver bisogno di alcune parti vegetative, ingialliranno e cadranno da sole. E il resto è importante per la fotosintesi.

RACCOLTA DELLA FRUTTA

Innanzitutto, a metà-fine giugno è necessario raccogliere i peperoni inferiori dai cespugli, anche se non sono maturi, per stimolare il cespuglio a legare nuovi frutti e nutrire quelli superiori.

È anche importante raccogliere il frutto man mano che matura. Pertanto, le piante avranno risorse sufficienti per lo sviluppo di frutti ancora verdi.

PERCHÉ I PEPERONI ABORTISCONO FIORI E OVAIE?

Condizioni sfavorevoli: brusco raffreddamento dell’aria e del suolo, assenza di irrigazione sufficiente durante la stagione calda, carenza di sostanze nutritive nel terreno.

DUE CESPUGLI DI PEPE POSSONO ESSERE PIANTATI NELLA STESSA FOSSA?

Ci sono situazioni, in cui non solo si può, ma addirittura si deve! Se hai seminato semi di pepe a febbraio e hai già piantine in fiore con piccole radici, puoi piantare 3-4 cespugli nella stessa fossa, perché comunque otterrai 3-4 frutti da ciascuno di essi.

PEPERONI CONCIMI

Se possibile, concimiamo non i cespugli di pepe, ma il terreno, usando pacciame attivo. E di altri fertilizzanti parleremo in altri articoli!

Buon giardinaggio!