Qualsiasi amante delle piante d’appartamento sa che prendersi cura adeguatamente di un’orchidea è un’arte in sé. Da un lato, ci sono regole ferree per quanto riguarda la sua manutenzione, compresa l’esposizione, l’irrigazione, il rinvaso, ecc. D’altra parte, sembra che questo fiore esotico abbia un suo spirito particolare e cresca o muoia, come per capriccio, non importa quanto tempo e cura gli dedichiamo… Quindi, cosa puoi fare per assicurarti che la tua Phalaenopsis va bene? Dove posizionare un’orchidea per farla fiorire? Quale stanza della casa preferisci come location e perché? Ecco le risposte qui sotto.

Dove posizionare un’orchidea in modo che fiorisca?

Sapevi che la mancanza di luce sufficiente è la causa più comune della mancata fioritura delle orchidee? Quindi, chiedersi dove posizionare un’orchidea per farla rifiorire ha solo senso. Come senza dubbio avrai già imparato, le orchidee amano il calore e la luce brillante, ma indiretta, naturale. Un sole diretto eccessivo brucerà le loro foglie, mentre una luce troppo scarsa non sarà sufficiente a mantenerle in vita.

Mostre belle e brutte

come far rifiorire l'orchidea o posizionare buone cattive esposizioni

Pertanto, un’esposizione a sud sarebbe solitamente eccessivamente soleggiata e una a nord troppo ombreggiata per la fioritura dell’orchidea. Quindi una posizione vicino a una finestra rivolta a est o a ovest è considerata ideale. In determinate condizioni, è accettabile anche posizionare il fiore sul davanzale della finestra. Inoltre, le Phalaenopsis apprezzano l’elevata umidità, il che significa che non è consigliabile l’uso di un deumidificatore nella stessa stanza. Ma controllare dove posizionare un’orchidea è più complesso di così…

In quale stanza della casa dovresti esporre la tua Phalaenopsis?

o posizionare l'orchidea per far sbocciare le buone cattive stanze del soggiorno di casa

Per vari motivi, le diverse stanze della casa sono più o meno adatte a ricevere le nostre orchidee. E considerando che non sono piante da appartamento per manichini , dobbiamo sfruttare tutte le informazioni disponibili per mantenerle in perfetta forma, giusto? Ecco alcune osservazioni interessanti su dove posizionare un’orchidea in soggiorno, camera da letto per adulti e bagno, nel caso sia una buona idea.

Dove posizionare un’orchidea in soggiorno?

o posiziona l'orchidea per far fiorire le belle mostre cattive

La maggior parte delle persone preferisce mostrare le proprie migliori piante da interno nelle aree “sociali” delle proprie case. Non a caso, il luogo in cui accogli i tuoi ospiti è il soggiorno ed è perfetto perché la tua graziosa orchidea riceva le attenzioni che merita. Ancora meglio, il soggiorno è solitamente una delle stanze più luminose della casa!

Idee dove posizionare l'orchidea per far fiorire le stanze della casa buone e cattive

Quindi, se il soggiorno è rivolto a est o a ovest, va bene posizionare un’orchidea sul davanzale interno. Nei soggiorni esposti a sud prediligi un mobile o una presina posizionati vicino alla finestra. Dato che i nostri fiori hanno bisogno di una luce indiretta piena e brillante per sopravvivere, le stanze con esposizione a nord sono da evitare, soprattutto in autunno e in inverno.

Possiamo tenere dei fiori in camera?

Indipendentemente dalla stanza, il fattore più importante da considerare quando si decide dove posizionare un’orchidea è la presenza di luce sufficiente. Le camere da letto sono normalmente più buie del soggiorno, anche se non è sempre così. Ad ogni modo, ci sono molte piante da camera oscura che possono prosperare lì. Per le orchidee, ancora una volta, evitiamo tutto il nord, approfittiamo con cautela del sud e preferiamo l’est o l’ovest.

Oltre alla luce, quando si sceglie dove posizionare un’orchidea, bisogna tenere in considerazione le correnti d’aria e la temperatura. A molte persone piace chiudere la porta della camera da letto di notte, ed è del tutto normale. Se questo è il tuo caso, assicurati che ci sia una buona circolazione dell’aria nella stanza almeno durante il giorno. Altrimenti, le orchidee tendono a marcire.

Quindi, quando si tratta di temperatura, evita gli estremi. Se fa troppo caldo nella stanza, la tua orchidea può disidratarsi rapidamente, ammalarsi e appassire. Se fa troppo freddo, la tua Phalaenopsis andrà in letargo e non sarà possibile farla rifiorire . L’intervallo giusto è tra i 18 e i 21 gradi centigradi sia per il sonno che per il benessere delle tue orchidee, quindi se ti piace dormire nel più fresco o nel più caldo, scegli un’altra posizione per i tuoi fiori.

Orchidee in bagno: sì o no?

Una pianta in fiore è un’aggiunta elegante a qualsiasi stanza priva di personalità e il bagno è famoso per questo. Ma posizionare un’orchidea lì è davvero una buona idea? Bene, la risposta breve è praticamente no. Sebbene l’elevata umidità in questa stanza sia estremamente vantaggiosa per la Phalaenopsis, non è costante. Inoltre, un’orchidea in bagno sarà esposta a notevoli sbalzi di temperatura. Infine, i bagni sono raramente ben illuminati. In combinazione con alti livelli di umidità, scarsa circolazione dell’aria e potenziale esposizione a sostanze chimiche, abbiamo una ricetta per il disastro.