Cucinare bene non è solo una questione di ingredienti e nemmeno di abilità. È anche una storia di gesti da favorire o da evitare. Va bene, poiché attireremo la tua attenzione su un’abitudine da evitare quando si versa l’olio nella padella.

L’aggiunta di olio nella padella al momento giusto ti farà risparmiare alcune delusioni culinarie. Troverai la spiegazione nelle righe seguenti.

Aggiunta di olio da cucina in una padella

Perché l’olio da cucina dovrebbe essere versato nella padella al momento giusto?

Tutti abbiamo le nostre abitudini in cucina e continuiamo a perpetuarle perché pensiamo che siano le migliori. Ma se a volte vi chiedete perché il vostro piatto non è così gustoso come lo avreste voluto, il problema potrebbe risiedere in un gesto “banale” ma tanto importante: aggiungere l’olio in padella durante la cottura. E non a caso, uno degli  errori più comuni in cucina è quello di versare l’olio in una padella ancora fredda .

Leggi anche: Vantaggi e svantaggi del pellet di legno: un modo semplice per riscaldare senza gas o elettricità

Olio da cucina in una padella calda

Versare l’olio nella padella al momento giusto  creerà  la giusta reazione . Questo risultato è comunemente chiamato “reazione di Maillard”. Grazie a quest’ultimo si formerà una bella “crosta” dorata sulla superficie del cibo, conferendogli un aspetto croccante. Così, quando si prepara una bistecca, la parte finale della carne sarà soda all’esterno e tenera all’interno. Stiamo parlando di una cottura ideale.

Per ottenere questa cottura, tieni presente  che la padella deve essere abbastanza calda  prima di versare l’olio che preferisci. Ma non è tutto, versando l’olio in una padella calda, eviterai anche che il cibo si attacchi. L’ideale è quindi aspettare che la vostra padella sia calda in modo che sia adeguatamente impregnata di olio per ottenere una cottura uniforme alla fine. In questo modo l’olio fungerà anche da barriera protettiva, facilitando la cottura e migliorando il sapore del vostro piatto.

Una mano che misura la temperatura di una padella imbevuta di olio da cucina

Allo stesso tempo, è necessario ricordare quanto sia importante mantenere pulite le stufe.

Come cucinare con successo in padella?

Così tanti di noi trascurano il modo giusto di cucinare il cibo. Se è vero che riusciamo ad ottenere piatti gustosi, bisogna anche sapere che  padroneggiare la cottura permette  di ottenere piatti più “sani”.  Per raggiungere questo obiettivo, ecco alcuni suggerimenti.

Uno dei più consigliati è l’uso di un olio o di un grasso adeguato al metodo di cottura in questione. Potrai scegliere tra olio d’oliva, olio di semi di girasole, burro chiarificato, olio di cocco o olio di arachidi. Anche l’olio di girasole è un’alternativa ma rimane sconsigliato in quanto poco bilanciato in omega 3 e omega 6.

L’altro accorgimento sta nella qualità della padella utilizzata. Pur essendo di ottima qualità, devi tenere presente che  il teflon  non deve essere danneggiato , poiché è dannoso per la tua salute. Quindi evita le spugne ruvide quando pulisci le padelle, perché potrebbero graffiarle. In quella nota, sarebbe salvavita sapere come riparare padelle antiaderenti.

Leggi anche:Ecco perché è importante non rompere più le uova sul bordo della padella: è rischioso

Inoltre,  evita di bruciare  il cibo . È sempre meglio guardare la cottura per evitare che il piatto finisca carbonizzato. 

Questi suggerimenti sono relativamente facili da mettere in pratica. Quello che è certo è che ti permetteranno di ottenere piatti più gustosi e “sani”.

Leggi anche:Perché ora devi mettere la farina nella padella prima di preparare le uova? Il trucco che cambia tutto