All’inizio dell’anno, le arance ci offrono frutti belli, maturi, dolci e succosi, sufficienti per fare scorta di vitamina C per tutto l’inverno. Ma una volta consumate, cosa succede ai resti di queste arance? Scopri cosa succede quando si versa acqua bollente sulle bucce d’arancia.

Ricchi di vitamina A e C, gli agrumi e in particolare le arance sono frutti molto apprezzati dai consumatori durante l’inverno. Quando si preparano ricette per torte o marmellate fresche e piccanti, sotto forma di succo per spuntini o semplicemente da consumare al naturale, le arance generano rifiuti che possono essere compostati o trasformati.

Cosa succede quando versi acqua bollente sulle bucce d’arancia?

Bucce d'arancia - fonte: spm

Le arance sono frutti succosi dalle proprietà energizzanti e antietà. Un bicchiere di succo ti garantirà l’apporto vitaminico necessario per le attività quotidiane. Ma attenzione, anche le piante apprezzano questo tipo di contributo. Le bucce d’arancia aiutano le piante a crescere in modo sano.

Tu che navighi sul web alla ricerca di idee antispreco per combattere lo spreco alimentare e trovare modi intelligenti per riutilizzare i rifiuti di tutti i giorni, i consigli relativi alle bucce d’arancia non ti sono sconosciuti. Sicuramente li usi per pulire i tuoi mobili o profumare i tuoi interni, ma sai come reagiranno le tue piante quando saranno a contatto con questo agrume?

Innanzitutto devi sapere che le bucce d’arancia sono un ottimo fertilizzante per le tue piante, soprattutto quando iniziano a marcire. Le bucce d’arancia rilasciano composti di azoto. Questa operazione permette ai semi piantati di crescere velocemente e in modo sano, e segue un procedimento preciso:

1- Per fare questo, dovrai prima raccogliere tutte le bucce d’arancia in un sacchetto, idealmente di stoffa o di tela.

2- Dovrai quindi posizionare la borsa al sole per permettere al suo contenuto di asciugarsi.

3- Una volta asciugato il contenuto del sacchetto al sole, metterlo in una ciotola e aggiungere acqua bollente, quindi lasciarlo riposare per 4-5 ore.

4- Filtrare quindi il preparato per separare il liquido dalle bucce.

5- Innaffia le tue piante con la parte liquida e posiziona la corteccia imbevuta nel terreno a circa 5 cm di profondità

Altri consigli per riciclare le bucce d’arancia

1- Usa le bucce d’arancia come repellente per insetti

Metti le bucce d’arancia nel tuo giardino o semplicemente spruzza i tuoi vestiti con gocce di olio essenziale di arancia. Ciò manterrà lontane le zanzare e altri insetti. Puoi dire addio ad afidi, mosche e zanzare.

2- Dai una spinta al tuo compost con le bucce d’arancia

Bucce d'arancia come fertilizzante - fonte: spm

Tu che, con un approccio a rifiuti zero, composti i tuoi rifiuti organici per creare il tuo fertilizzante, sappi che le bucce d’arancia gli permettono di essere più ricchi e nutrienti. I nutrienti contenuti nelle bucce d’arancia  forniranno alle tue piante, alla tua frutta e verdura tutte le vitamine necessarie affinché possano prosperare.

3- Tieni alcuni animali lontani dal tuo giardino usando le bucce d’arancia

A differenza degli esseri umani, cani e gatti non amano l’odore pungente degli agrumi. Se vieni invaso dai cani e dai gatti dei tuoi vicini o da animali randagi nel quartiere, considera l’utilizzo di bucce d’arancia per tenerli lontani. Posiziona pezzi di corteccia nel giardino per impedire a questi invasori di avvicinarsi alle tue piante.

Ora che conosci i diversi consigli per riciclare le bucce d’arancia, sarebbe un peccato buttarle via. Pensa verde e proteggi l’ambiente!