La pasta è il piatto preferito di molte persone. Ma quando li stai cucinando, non è raro versare l’acqua di cottura della pasta nel lavandino. Tuttavia, alcuni chef (come Gennaro Esposito, famoso chef italiano) ci svelano perché non sarebbe una buona idea continuare a farlo.

Scopri perché è sconsigliato sciacquare la pasta in acqua dopo la cottura e cosa devi fare per avere una pasta gustosa.

Risciacquare la pasta cotta

Perché non è necessario sciacquare la pasta dopo averla cotta? Ecco i consigli di uno chef italiano

Anche se può sembrare estremamente semplice e facile, preparare una porzione di pasta davvero gustosa implica conoscere alcuni segreti culinari. Uno di questi è non sciacquare la pasta dopo averla bollita, e la spiegazione è piuttosto logica.

Leggi anche: La “magica” eclissi del 30 aprile capovolgerà la vita di tre segni zodiacali: porta buone notizie

Gennaro Esposito, chef italiano della Torre del Saracino a Vico Equense (Italia) svela questo trucco per fare una pasta gustosa  che colpisce non solo per il suo gusto, ma anche per la sua consistenza.

Così, lo chef afferma che non è bene sciacquare la pasta dopo averla cotta, perché l’acqua che rimane nella padella può essere utilizzata per dare consistenza ai sughi. Quando bollite la pasta rilascia l’amido, motivo per cui l’acqua nella padella assume un aspetto leggermente lattiginoso.

Abbandonate l’aggiunta di acqua alle salse, ma optate invece per quest’acqua con amido, questo permetterà alle salse di acquisire una consistenza particolare, senza la necessità di aggiungere altri ingredienti. Inoltre, l’amido aiuterà il sugo ad aderire meglio alla superficie della pasta, il che ti aiuterà a mangiare meglio senza che il sugo si depositi sul fondo del piatto.

Inoltre, il segreto per ottenere una pasta gustosa con una bella consistenza è non usare troppa acqua durante la cottura e non farla bollire finché non diventa troppo morbida. Lo chef consiglia di prepararli al dente e di lasciarli poi insaporire con il sugo aggiunto successivamente.

Pasta al sugo di pomodoro

Ricetta per una gustosa salsa di pomodoro per la pasta

Poiché amiamo particolarmente la pasta al pomodoro, abbiamo pensato che fosse una buona idea aiutarti a realizzare la ricetta del sugo di pomodoro più gustoso per la pasta.

Questa salsa di pomodoro può essere utilizzata come base per altri piatti, come pizza, moussaka di patate con carne in salsa, frittelle ripiene servite con salsa, cotolette impanate o crocchette di pesce…

Ingredienti per la ricetta della pasta al pomodoro:

  • 120 g di pomodori freschi
  • 500 g di passata di pomodoro, o passata di pomodoro
  • 1 testa d’aglio
  • Rosmarino fresco o essiccato
  • Basilico fresco o essiccato
  • Peperoncino
  • 100 ml olio d’oliva, extravergine
  • sale e pepe
  • 1 cucchiaio di zucchero, per regolare l’acidità della salsa
  • 400 g pennette, per servire
  • Acqua e sale per cuocere la pasta
  • formaggio Parmigiano

Scaldare l’olio d’oliva in una padella, aggiungere metà dell’aglio sbucciato e tritato finemente, quindi i pomodori freschi tagliati a cubetti.

Lasciare i pomodori per qualche minuto, finché non iniziano a soffriggere sui bordi, quindi aggiungere la passata di pomodoro fresco e un bicchiere d’acqua. Aggiungete il peperoncino secondo il vostro gusto, un rametto di rosmarino e uno di basilico, zucchero, sale e pepe, il tutto contemporaneamente e fate sobbollire la salsa di pomodoro a fuoco basso per circa un’ora.

Leggi anche: Perché è intelligente versare il bicarbonato di sodio sul divano?

Alla fine, dopo aver spento il fuoco, aggiungete il resto dell’aglio tritato finemente, coprite il sugo e lasciatelo riposare per insaporirlo con l’aglio

Quindi, ora sai che non hai più bisogno di risciacquare la tua pasta dopo la cottura perché l’acqua in cui è stata cotta verrà utilizzata nella preparazione dei tuoi piatti.

Leggi anche: Ecco perché dovresti versare il bicarbonato di sodio nel pediluvio