Le orchidee sono per lo più piante che non crescono nel terreno. Quindi si pone la questione dell’efficacia della concimazione con qualsiasi tipo di prodotti per la casa, come caffè, latte o banane tagliate. Gli esperti dicono che un buon fertilizzante naturale dovrebbe essere a base d’acqua senza solidi e ben fermentato per l’immediato assorbimento dei nutrienti. Sappi che è un mito mettere caffè o gusci d’uovo nel vaso della tua orchidea. Non sarà in grado di assorbire questi nutrienti, perché è un fiore molto speciale. La versione naturale e molto più efficace è il fertilizzante per lievito di orchidea. Il lievito è il fertilizzante naturale più efficace che è ricco di vitamine del gruppo B. Il perfetto equilibrio di queste sostanze favorisce la crescita delle radici delle piante

Qual è un buon fertilizzante naturale per le orchidee?

La fertilizzazione naturale è un po’ più complicata del semplice versamento di una sostanza organica nel terreno delle piante. Ciò richiede un ecosistema olistico con comunità sane di microrganismi, la giusta temperatura, umidità e tempo per abbattere le grandi molecole di nutrienti nella materia organica in molecole chimiche più piccole prima che possano essere assorbite dalle radici della pianta. Il principio della concimazione organica è quello di nutrire il suolo piuttosto che le piante. I microbi nel terreno possono impiegare da 3 settimane a pochi mesi per metabolizzare grandi molecole di materia organica come le proteine ​​in molecole più piccole. Ma poiché le orchidee non crescono nel terreno, il modo per concimare le orchidee epifite naturalmente non dovrebbe essere finalizzato a nutrire il terreno per il rilascio. Al contrario, è necessario un rilascio immediato di nutrienti. Inoltre, ciò che rende la fertilizzazione naturale più difficile per i coltivatori di orchidee è l’approccio che la maggior parte delle orchidee coltivate in casa non sono naturali nel loro habitat naturale. Ciò comprende :

  • coltivare orchidee in vaso
  • coltivare orchidee in casa
  • coltivare orchidee in mezzo di muschio e corteccia
  • sciacquare o immergere periodicamente le orchidee per evitare l’accumulo di sale sulle radici
  • cambiare il terreno ogni 2 anni per evitare la decomposizione e il marciume radicale

Fertilizzante per lievito di orchidea: la ricetta

quale fertilizzante orchidea lievito pianta ricetta liquido uso domestico in vaso

Un buon fertilizzante naturale adatto alla coltivazione di orchidee indoor dovrebbe essere a base d’acqua per favorire il rapido rilascio dei nutrienti. Segui queste note per preparare la ricetta del condimento al lievito:

  • 1 chilogrammo di lievito diluito in 5 litri di acqua
  • Diluire la soluzione con acqua nel rapporto 1: 10 prima dell’uso.

Se hai il lievito secco invece del lievito normale:

  • Contare 10 grammi per 10 l di acqua tiepida
  • Aggiungere due cucchiai di zucchero
  • Lascia riposare il composto per alcune ore.
  • Di norma, questa soluzione viene utilizzata per annaffiare aiuole, ortaggi, alberi da frutto e cespugli di bacche e orchidee.

Miti sui fertilizzanti naturali per orchidee

miti che lievito orchidea fertilizzante pianta ricetta liquida fatta in casa utilizzare in vaso

Non c’è niente di sbagliato nel concimare le piante in modo naturale perché i fertilizzanti naturali funzionano bene per le piante. Ma molte persone lo fanno sembrare troppo semplicistico. Di seguito, ti parlerò dei problemi con alcuni miti di questi fertilizzanti naturali comunemente consigliati per evitare errori nella cura delle orchidee .

  • Caffè: l’uso del caffè per fertilizzare le orchidee è uno dei principali miti. Il caffè funziona bene come fertilizzante per le piante in giardino con terra. Ma non proprio per le orchidee da interno. I fondi di caffè fanno bene alle piante?interno? Soprattutto per la concimazione delle orchidee questo pone diversi problemi. Può ostruire il supporto del muschio, riducendo il flusso d’aria alle radici e aumentando il rischio di marciume radicale. Inoltre, i fondi di caffè impiegano molto tempo prima che la proteina venga scomposta dai microbi e rilasci il suo azoto affinché le radici lo assorbano. Te lo ripeto, ma le orchidee epifite non crescono nel terreno, quindi è discutibile se ci siano abbastanza microbi, se ce ne sono, intorno alle radici per abbattere l’azoto. I fondi di caffè possono anche attirare moscerini e parassiti in decomposizione.
  • Gusci d’uovo: si consiglia di cuocere i gusci d’uovo, macinarli in polvere, quindi spruzzarli sulle foglie di orchidea o applicarli direttamente sul terreno. L’affermazione è che i gusci d’uovo bruciati forniscono alle orchidee fosfato di calcio. Il problema è molto simile a quello dei fondi di caffè. La polvere di guscio d’uovo può ostruire il terreno dell’orchidea, riducendo il flusso d’aria alle radici. E l’applicazione di polvere di guscio d’uovo alle foglie non funzionerà perché la molecola proteica è troppo grande per passare attraverso i minuscoli pori delle foglie. Quindi attenzione ai miti.