Per coltivare orchidee e vederle fiorire non occorre essere esperti di orticoltura o botanica. Basta prendersene cura ma non solo! In questo articolo vi diamo alcuni consigli per coltivare al meglio le vostre orchidee.

Le piante tropicali, comprese le orchidee, richiedono una manutenzione costante e meticolosa su base giornaliera. Prestando attenzione ad alcuni piccoli dettagli, le tue orchidee ti mostreranno il loro riconoscimento con una bella fioritura.

Qual è il motivo per cui le tue orchidee non fioriscono correttamente in casa tua?

Se vuoi che le tue orchidee prosperino e fioriscano durante tutto l’anno , è necessario prendersi cura del loro benessere. Per evitare che accada il contrario,  dovresti evitare di posizionarli vicino a un ingresso o a una finestra, che rimane aperta per la maggior parte del tempo, in inverno .

Leggi anche: Basta annaffiare le orchidee con l’acqua: annaffiale con questa per una fioritura spettacolare

Orchidea al centro di una stanza

La questione della collocazione è cruciale, per questo motivo è consigliabile installare questo genere di piante in una stanza con pareti bianche che permettano alla luce di riflettere meglio.

Alcuni consigli per prenderti cura delle tue orchidee

Per permettere alle orchidee di svilupparsi bene, dovrai assicurarti che siano messe nella migliore sistemazione possibile. Ecco le cose giuste da fare.

Esposizione  : Quando le orchidee sono esposte alla luce solare diretta, le loro foglie alla fine bruciano.Quando le coltivate all’interno, assicuratevi di filtrare la luce solare con barriere fotoelettriche per proteggerle. Ricordati anche di tenerli lontani da qualsiasi fonte di calore, soprattutto un termosifone, con il rischio di vederli morire .

Annaffiature  : durante l’inverno è necessario diradare le innaffiature. Infatti, le esigenze dell’orchidea in acqua sono diverse durante questo periodo dell’anno. Non esitare ad  annaffiare la tua pianta  due volte al mese, utilizzando acqua piovana riciclata, che non contenga calcare e che sia, allo stesso tempo, a temperatura ambiente . L’acqua troppo calda o anche troppo fredda potrebbe causare shock idrico, che potrebbe stressare la pianta. Inoltre, di tanto in tanto puoi anche nebulizzare l’orchidea.

Concimazione e rinvaso  : quest’ultimo è consigliato durante la primavera, perché è in questo periodo dell’anno che fioriscono le orchidee. Non presentano quindi più nuovi germogli. Tuttavia,  dovresti rinvasare un’orchidea solo se ci sono molte radici che sporgono dal vaso o se il substrato è sottile . Assicurati anche di sbarazzarti dei fiori appassiti per stimolare la formazione di nuovi germogli.

Leggi anche: Perché i fondi di caffè dovrebbero essere versati sulle orchidee? 3 vantaggi che non conoscevi

Giovani germogli dell'orchidea

Durante l’autunno, i nuovi steli avranno bisogno di un’applicazione quotidiana di fertilizzante spruzzando le foglie e le radici. In inverno concimare le orchidee una volta al mese e pulire le foglie con una spugna umida per liberarle dalla polvere .

Seguendo questi consigli di manutenzione, permetterai alle tue orchidee di svilupparsi  nelle migliori condizioni e di fiorire correttamente.

Leggi anche: Come far rifiorire le tue orchidee? La guida passo passo