Ahi, questo è uno spettacolo che ti spezza il cuore! Credevi di fare tutto il necessario per prenderti cura della tua bellissima pianta da interno, ma ora, da qualche tempo, senti che sta soffrendo e che non cresce affatto. Questa crescita stentata è molto frustrante: ti senti impotente davanti alla tua pianta e soprattutto temi che finisca per appassire e morire. Niente panico, ci sono sempre soluzioni da considerare.

Piante d'appartamento morenti

Come reagire a una pianta che non cresce più?

Non sopporti di vedere la tua pianta soffrire? State tranquilli, con una buona dose di volontà e pazienza, potete cambiare la situazione.

Innanzitutto, assicurati che la tua pianta riceva abbastanza luce  dal sole. Per alcune piante, come i gerani, è necessaria una forte luce. Altre piante, invece, come l’edera o la sansevière, dovrebbero essere poste solo alla luce indiretta e protette dai raggi UV. Quindi controlla attentamente se la tua pianta non mostra segni di avvizzimento a causa della luce intensa. In questo caso, installa una tenda in modo che i raggi del sole non la brucino. Meglio ancora, spostalo in un luogo dove sarà meglio protetto, ma nemmeno al buio. D’altra parte, alcune piante possono soffrire di mancanza di luce. Se il sole è raro nella tua zona, è meglio compensare con lampade speciali o tubi fluorescenti.

D’altra parte, la polvere può avere un impatto significativo. Assicurati sempre di rimuovere la polvere che si è accumulata nelle foglie delle tue piante. Può, infatti, bloccare la luce e l’aria. I tuoi fiori possono essere soffocati e soffrire molto.

Un altro motivo plausibile per l’appassimento delle piante è l’eccessiva irrigazione. Sfortunatamente, molte persone non riescono ancora a ottenere il giusto dosaggio. Potresti tendere ad annaffiare la tua pianta molto più frequentemente del necessario. Tuttavia, è importante rispettare le sue esigenze di irrigazione. Mentre alcune piante hanno bisogno di molta acqua, altre ne richiedono pochissima. Se hai delle orchidee, ad esempio, devi sapere che devi semplicemente immergere il vaso in un contenitore più grande pieno d’acqua.

Pianta d'appartamento sotto la luce

Alcuni consigli per rivitalizzare le tue piante da interno

Evitando di commettere certi errori ricorrenti e ricorrendo a qualche accorgimento, puoi riportare in vita le tue piante e farle fiorire a lungo.

  • Hai un cactus in casa? Dì a te stesso che non ha bisogno di annaffiature regolari o molta acqua. Installalo per qualche minuto in una vasca d’acqua, facendo attenzione a non bagnarne gli steli o il tronco. Se usi l’annaffiatoio, bagna solo il terreno. Scolare bene fino a quando non c’è più acqua nella piastra di supporto.
  • Se si vogliono avere piante sane sul balcone o sul terrazzo, bisogna ricorrere a misure di rivitalizzazione, stando attenti a utilizzare i fertilizzanti più adatti. Ricorda: le piante d’appartamento non hanno bisogno di fertilizzazioni eccessive, solo un’alimentazione leggera e regolare. I fertilizzanti vengono applicati dalla primavera all’autunno. Le tue piante non dovrebbero nutrirsi durante il periodo di riposo vegetativo.
  • Le piante possono anche aver bisogno di essere rivitalizzate quando il vaso diventa troppo piccolo per le dimensioni delle radici. Quindi, affinché la pianta si riprenda, è necessario spostarla in un vaso più spazioso. L’innesto deve essere fatto con molta cura in modo che la radice non ne soffra .
  • In inverno, la maggior parte delle piante da interno smette di crescere e alcune perdono persino le foglie. Devi assicurarti che vadano in letargo: ma soprattutto non buttare via il contenitore. I vasi dovrebbero essere conservati fino alla primavera. Quando le piante escono dal riposo vegetativo, vanno installate in zone a temperatura costante e annaffiate puntualmente.