La lavatrice è una vera e propria alleata nella vita di tutti i giorni. Ma se vuoi che duri nel tempo e ti prendi sempre cura del tuo bucato, è essenziale mantenerlo correttamente. È quindi necessario stabilire buone abitudini e utilizzare i gesti giusti per evitare spiacevoli sorprese.

Tra le raccomandazioni più comuni, avrai sicuramente sentito dire che è importante lasciare lo sportello della lavatrice aperto dopo un ciclo di lavaggio. Ma sapete esattamente perché? Faremo più luce su questa pratica. In questo articolo, beneficerai anche di alcuni validi consigli per una pulizia sicura e sana della tua lavatrice.

Lasciare aperto lo sportello della lavatrice?

Purtroppo, troppe persone hanno ancora la fastidiosa abitudine di chiudere lo sportello della macchina non appena tolgono il panno dal tamburo. Perché è una pessima idea? Semplicemente perché questa mancanza di ventilazione accumula umidità e favorisce la proliferazione di germi e batteri. Inoltre, può portare a uno sgradevole odore persistente di muffa. Non importa quante sostanze usi in seguito per eliminarlo.

Secondo gli esperti della rivista americana Better Homes & Gardens, ci vogliono alcune ore prima che l’umidità evapori completamente e il serbatoio della macchina si arieggi a sufficienza. Solo allora dovresti chiudere lo sportello del dispositivo. Consigliano inoltre di asciugare subito i capi appena lavati: perché lasciare troppo a lungo il bucato bagnato nel cestello, a causa dell’umidità e del calore, favorisce lo sviluppo di spore di muffa e cattivi odori.

Quando deve essere pulita la lavatrice?

Non si ripeterà mai abbastanza, la manutenzione della lavatrice è fondamentale per prolungarne la vita, evitare odori indelicati e prevenire possibili guasti. In questo senso, si consiglia di effettuare una pulizia frequente e regolare di tutti gli elementi dell’apparecchio, dal vassoio del bucato al cestello, compresa la gomma e i filtri.

Ricorda, se la tua macchina rimane umida troppo a lungo, i microrganismi tenderanno ad accumularsi, diventando alla fine una fonte di infezioni e cattivi odori. Per questo motivo, l’Organizzazione dei consumatori e degli utenti (OCU) offre ai consumatori alcuni consigli su come conservare la propria lavatrice in modo che rimanga sempre in buone condizioni. Tra le sue raccomandazioni, l’OCU insiste sul fatto che sarebbe importante pulire a fondo il dispositivo almeno quattro volte l’anno per evitare problemi. “Tuttavia, puoi pulire il vassoio del bucato, la gomma o qualsiasi altra cosa tu ritenga necessaria più spesso”, afferma l’organizzazione.

Per pulire l’esterno dell’apparecchio sarà sufficiente un panno umido, ma la cosa più importante è concentrare l’attenzione su questi elementi chiave: la gomma, il filtro, il cestello e la vaschetta del detersivo.

Come pulire la lavatrice in modo efficace?

Ecco 3 consigli per una pulizia ottimale:

  • Decalcificare il tamburo con aceto bianco

Il cestello è una parte fondamentale della lavatrice. È essenziale pulirlo periodicamente per evitare di danneggiare l’intero funzionamento del dispositivo. Qual è il metodo migliore da utilizzare? Impostare un ciclo di lavaggio sottovuoto con una temperatura di 90°C. Per evitare residui di detersivo, è meglio utilizzare prodotti disincrostanti naturali, come l’aceto bianco o l’acido citrico. Basta versarne un po’ direttamente nel tamburo e avviare il programma. In questo modo, è possibile sanificare efficacemente l’intero serbatoio. È meglio non usare mai la candeggina per pulire il cestello, perché se rimangono dei residui, c’è il rischio che i vestiti sbiadiscano in seguito. Si noti che il bicarbonato di sodio, come l’aceto bianco, è un ottimo decalcificante e, come bonus, eliminerà tutti i cattivi odori. Questi stessi prodotti naturali saranno adatti anche per la pulizia del vassoio del bucato.

Pulizia della gomma in lavatrice – fonte: spm
  • Pulizia della gomma

A forza di stressarla, la gomma della lavatrice finisce per consumarsi nel tempo.   Meno efficiente, può finire per deteriorare i tuoi vestiti. Sebbene venga utilizzato per prevenire perdite d’acqua durante il lavaggio, come spiegato dall’OCU, non è infallibile e le sue prestazioni possono diminuire man mano che accumula sporco e muffa.

« Quindi, appunto, per pulire la gomma ed evitare tutti questi vincoli, spalanca la porta e tira delicatamente la gomma senza rimuoverla dalla sua sede in modo che le pieghe siano fuori“, spiega l’OCU. Quindi, pulisci gli avanzi con un panno imbevuto di acqua con aceto bianco. Il passaggio finale consiste nel rimuovere lo sporco residuo e asciugare l’elemento con un altro panno pulito.

Due regole d’oro da seguire: asciugare sempre la gomma dopo ogni lavaggio e lasciare l’oblò aperto quando si tolgono i vestiti per ventilare questa zona e consentire un’asciugatura efficace.

  • Rimuovere lo sporco dai filtri

Indubbiamente, il filtro è la parte più importante della lavatrice,  in quanto trattiene tutti i tipi di residui indesiderati come capelli, lanugine, carta e altri oggetti che entrano nelle fibre dei tessuti.

Pertanto, è essenziale svuotare regolarmente questo filtro in modo che sia sempre operativo. Inoltre, l’OCU offre le seguenti linee guida:

  • Scollegare la lavatrice e posizionare un contenitore o dei panni sul pavimento per raccogliere l’acqua accumulata.
  • Estrarre il filtro (di solito si trova nella parte inferiore del dispositivo).
  • Puliscilo accuratamente con acqua fredda e una spugna.
  • Asciugalo bene prima di rimetterlo.