Il frigorifero e il congelatore sono i garanti della corretta conservazione dei vostri alimenti. Ma se non ti prendi cura di loro in modo adeguato, le loro promesse non saranno più mantenute. Se non vengono puliti regolarmente e disinfettati accuratamente, non dureranno a lungo. Per non parlare dello spreco di energia. Ti lamenti spesso dei cattivi odori che escono dal frigo? Questa è una conseguenza diretta di questa mancanza di manutenzione.

Tra umidità in eccesso, cibo ammuffito sul fondo di uno scomparto e cattive abitudini, non dovrebbe sorprendere che questo problema sia ricorrente. Fortunatamente, c’è un metodo fatto in casa che salverà la giornata. Oltre alle buone abitudini da adottare quotidianamente, scopri questo trucco naturale che rinfrescherà il tuo frigorifero.

Come si pulisce il frigorifero con l’aceto bianco?

Cattivi odori in frigo

Certo, non c’è niente di più sgradevole che sentire cattivi odori quando si apre il frigorifero. Soprattutto perché possono intaccare i tuoi alimenti e persino invadere l’intera cucina. Non c’è un segreto: per eliminare questo fastidioso problema, devi prenderti cura del tuo elettrodomestico. Naturalmente, ci sono diverse soluzioni che verranno in soccorso. Come bonus, gli ingredienti utilizzati sono naturali ed economici!

Tra questi ingredienti, ce n’è un trio su cui puoi sempre contare: succo di limone,  bicarbonato di sodio e aceto bianco. Tutti e tre sono rinomati per le loro prestazioni di pulizia, disinfezione e deodorazione. Se vuoi creare il tuo deodorante per ambienti fatto in casa contro i cattivi odori (e non solo per il frigorifero tra l’altro!), questo rimedio sarà particolarmente efficace.

  1. Basta un bicchiere e riempirlo con la miscela di aceto bianco, bicarbonato di sodio e succo di limone)
  2. Quindi posizionalo in una zona strategica del frigorifero
  3. Lascia che la soluzione funzioni tranquillamente.
  4. Dopo qualche ora, sentirai già una netta differenza!

N.B: Tieni presente che questo stesso rimedio può essere utilizzato per pulire a fondo i ripiani e i cassetti del frigorifero. Questo può farti risparmiare un po’ di soldi evitando acquisti regolari di detergenti industriali.

Manutenzione frigoriferi: le cose giuste da fare

Qualunque cosa accada, la pulizia dei dispositivi è essenziale. Che sia regolare o periodica, la manutenzione favorisce la longevità dei componenti del frigorifero e protegge anche gli alimenti. Ma, per evitare alcuni problemi comuni, soprattutto lo sviluppo di cattivi odori, sarebbe bene prendere alcune precauzioni.

  • È importante conservare bene il cibo: non metterlo direttamente in frigo dopo aver fatto la spesa senza averlo sistemato affatto. Allo stesso modo, bisogna sempre assicurarsi che gli avanzi siano adeguatamente imballati prima di essere sistemati all’interno. Per non parlare del sovraccarico del dispositivo con i prodotti e della dimenticanza di un pezzo di formaggio bloccato da qualche parte. Tutto questo caos porta inevitabilmente alla formazione di muffe e cattivi odori. Pertanto, usa sempre un ordine ben congegnato in frigorifero, contenitori ermetici per conservare determinati alimenti e pellicola trasparente per sigillare i piatti che sono già stati aperti.
  • Inutile dire che controlla sempre le date di scadenza degli alimenti. Anche se alcuni possono durare più a lungo, se noti il minimo aspetto discutibile o un odore sospetto, devi sbarazzartene rapidamente. In caso contrario, un prodotto scaduto può facilmente contaminare la freschezza degli altri!
  • Inoltre, assicurati di pulire le maniglie e le guarnizioni sulla porta del frigorifero, che spesso ospitano batteri. Se hai un frigorifero con congelatore, usa una spazzola rigida per piatti per rimuovere eventuali briciole di cibo che rimangono bloccate nelle guarnizioni.
  • Ricordati anche di pulire di tanto in tanto la custodia dell’apparecchio: scollegala prima e usa un panno umido imbevuto di acqua saponata. Asciugare immediatamente con un asciugamano pulito o un panno in microfibra. Se hai un frigorifero in acciaio inox, puoi anche utilizzare un detergente specificamente dedicato a questo materiale. Dopo questa pulizia, ricollegare il dispositivo.

Con quale frequenza dovresti pulire il frigorifero?

Pulizia del frigorifero

Per prevenire l’accumulo di odori e muffe, si consiglia di eseguire una pulizia profonda almeno due volte l’anno. Tuttavia, non c’è nulla che ti impedisca di disinfettarlo più spesso, se necessario. Va inoltre notato che il frigorifero potrebbe richiedere uno sbrinamento regolare,  soprattutto se non dispone di un sistema antigelo.

Come si puliscono a fondo i vari ripiani dell’elettrodomestico? Basta usare un po’ di acqua calda mescolata con bicarbonato di sodio o aceto bianco. Questo rimedio naturale sarà efficace quanto un prodotto industriale, senza le sostanze dannose per l’ambiente. Ma se insisti nell’usarlo, scegli un prodotto che non sia abrasivo e non generi troppa schiuma, in modo da facilitare la pulizia.

Infine, prendi l’abitudine di conservare gli alimenti che emettono odori “intensi” in contenitori ermetici, come il formaggio. Se, nonostante questa precauzione, il tuo frigorifero è ancora afflitto da profumi indelicati, cerca prima di identificare la fonte del problema. Ciò ti consentirà di individuare un possibile prodotto scaduto o ammuffito.

N.B: Evitare l’uso di oli essenziali o piante aromatiche all’interno del frigorifero, in quanto emanano un forte odore e potrebbero impregnarsi di altri alimenti.