La tua lavatrice inizia a puzzare e si impregna persino nei tuoi vestiti appena lavati? Cattive notizie: la muffa è decisamente in giro! Molto probabilmente si è addirittura insediato nel cassetto della biancheria. Proprio così, i residui di detersivi e ammorbidenti hanno finito per attirare un intero battaglione di germi e batteri. Ma niente panico, ci sono molte soluzioni a questo problema. Per riportare igiene e freschezza nella tua lavatrice, il limone verrà in tuo soccorso. Puoi già dire addio a muffe e cattivi odori!

Come si elimina la muffa nel cestino della lavatrice?

Muffa nel cassetto della lavatrice

A meno che non vengano puliti frequentemente, è quasi impossibile prevenire l’accumulo di residui di prodotto nel vassoio della biancheria. E sono tutt’altro che innocui: non solo intasano questi scomparti, impedendo il corretto funzionamento della macchina, ma sono anche un terreno fertile ideale per batteri e muffe. Da qui gli odori sgradevoli che fuoriescono da esso. Di conseguenza, il tuo bucato ne paga il prezzo, poiché la sua pulizia non sarà impeccabile.

Macchie accidentali possono comparire su alcuni vestiti, per non parlare di quell’insopportabile odore di muffa che puzza da lontano. Come uscire da questo circolo infernale? Non c’è un segreto: devi  pulire a fondo la tua lavatrice  ogni due mesi, dal cestello alla gomma ai cassetti.

Limone e aceto

Aceto bianco e limone

Vuoi andare all’attacco? Per disinfettare e lucidare il vassoio del bucato, puoi fare affidamento sul potenziale di pulizia di due prodotti popolari: limone e aceto. Non c’è bisogno di spendere un centesimo, scommettiamo che ne hai già un po’ nella tua dispensa. Sbiancante, antibatterico e deodorante allo stesso tempo, questo duo farà miracoli!

Come procedere?

  1. In una ciotola, spremere il succo di 2 limoni, aggiungere 1/2 tazza di aceto e 1 tazza di acqua.
  2. Per rimuovere tutta la muffa, utilizzare un’apposita spazzola per la pulizia e un panno. Forse anche un detergente per scarichi economico tornerà utile.
  3. Rimuovere il cassetto dalla lavatrice e metterlo nel lavandino. Risciacquare accuratamente per rimuovere eventuali residui dal cassetto e immergerlo nella soluzione detergente.
  4. Lasciare in ammollo per 10 minuti. Quindi, strofinare accuratamente tutti i componenti con la spazzola. Quindi risciacquare con acqua.
  5. Se noti che gli scomparti sono ostruiti, puliscili accuratamente.

FYI

Proprio come il limone, l’aceto è ottimo per pulire il cassetto della biancheria. Puoi anche usarlo da solo: versa un bicchiere di aceto in un litro di acqua calda e lascia il cassetto nella soluzione risultante per un’ora. Pulite bene e lasciate asciugare.

Nota: Per evitare i vari problemi sopra citati, è fondamentale pulire spesso il cassetto della biancheria. Ammetti che lo trascuri per la maggior parte del tempo, ma dì a te stesso che una volta al mese è più che sufficiente per tenerlo pulito.

Suggerimento: oltre a questa manutenzione regolare, ricordarsi di tenere sempre aperto lo sportello del cestello dopo ogni ciclo di lavaggio. Una buona ventilazione previene gli effetti dannosi dell’umidità interna, compresa la formazione di muffe e lo sviluppo di cattivi odori. Una parola per i saggi…