Al giorno d’oggi, la lavatrice rimane uno degli elettrodomestici più costosi in una casa. Se non te ne prendi cura, si danneggerà rapidamente. Per una buona ragione, il cestello è il luogo ideale per la formazione di muffe e incrostazioni che possono ridurre la vita della lavatrice. La manutenzione regolare è d’obbligo e uno dei modi migliori è utilizzare le proprietà naturali di alcuni ingredienti.

Come si pulisce una lavatrice?

Tra macchie di acqua dura responsabili di depositi di calcare o schiuma di sapone, è solo questione di tempo prima che la lavatrice si sporchi. Ciò può causare un guasto dell’apparecchio e di conseguenza portare a un maggiore dispendio energetico. La pulizia della macchina è quindi fondamentale se si vuole mantenerla in funzione senza intoppi. Per raggiungere questo obiettivo, possiamo contare su un ingrediente straordinario. Ti spieghiamo tutto.

1. Acido citrico

Mentre il bicarbonato di sodio e l’aceto bianco sono tra i prodotti per la pulizia più comunemente usati per pulire la lavatrice, l’acido citrico non viene tralasciato. Per utilizzarlo a questo scopo, è sufficiente versare 120 g nel cestello della lavatrice ed eseguire il ciclo di lavaggio più lungo scegliendo un’impostazione ad alta temperatura.

In questo modo, sarai in grado di neutralizzare efficacemente gli odori sgradevoli che possono emanare dall’elettrodomestico mentre abbatti il calcare che ha finito per accumularsi all’interno della lavatrice. Ma non è tutto, perché questo processo elimina anche funghi e batteri che si sono precedentemente formati nel tamburo. Inoltre, se non hai l’acido citrico, puoi optare per il succo di limone o anche per il collutorio, noti per la loro azione disinfettante.

2. Aceto bianco e bicarbonato di sodio

L’aceto bianco è il prodotto naturale per eccellenza quando si tratta di manutenzione regolare delle lavatrici e per una buona ragione, il suo potere disinfettante e pulente agisce perfettamente sulle tracce di calcare e umidità presenti all’interno dell’elettrodomestico. Accompagnato dal bicarbonato di sodio, l’aceto bianco aiuta ad assorbire meglio gli odori sgradevoli ma aumenta anche di dieci volte il suo potere pulente per rimuovere più facilmente calcare, macchie, sporco e tracce di muffe.

Fiala di aceto – fonte: spm

Come fare?

  1. Versare 500 ml di aceto bianco nel cestello della lavatrice,
  2. Aggiungi da 4 a 6 cucchiaini di bicarbonato di sodio nella teglia della lavatrice.
  3. Avviare un ciclo di lavaggio sottovuoto scegliendo la modalità più lunga e la temperatura più alta.
  4. A posteriori, sarà importante attivare anche un altro ciclo di risciacquo per rimuovere i residui di calcare e aceto.
  5. Ti ricorderai anche di rimuovere il filtro di scarico per pulirlo insieme  alla guarnizione del cestello della lavatrice.

3. Un ripiano per lavastoviglie

Pastiglie per lavastoviglie verdi e blu – fonte: spm

Uno dei modi più convenienti per pulire la lavatrice è  utilizzare i ripiani della lavastoviglie.  Infatti, che si tratti di sporco leggero, moderato o ostinato, le compresse possono agire su di essi. Per fare ciò, dovrai solo procurarti una o due di queste compresse e poi metterle nel cestello della lavatrice ed eseguire un ciclo a 60°C. Al termine del ciclo di lavaggio, la macchina dovrebbe essere completamente pulita.

Inoltre, questo metodo non serve solo a rimuovere tutto lo sporco dalla lavatrice, ma anche a prevenire l’accumulo di calcare.

Infine, tieni presente che la pulizia regolare della lavatrice è un must se vuoi aumentarne la durata e preservarne l’efficienza. Anche il lavaggio sarà di migliore qualità e il tuo bucato uscirà più fresco emanando un odore molto gradevole.