La tendenza organica è stata emulata molto da tempo. Anche i giardinieri in erba ci stanno entrando: che soddisfazione avere il proprio orto in casa e assaporare le proprie verdure! Possiamo immaginare che tu abbia seguito alcuni tutorial pertinenti in Rete, ma forse alcune sottigliezze ti sono sfuggite. Sì, avere il pollice verde è una vera arte! E non è raro cadere dall’alto e avere grandi delusioni.

Perché non piantare pomodori o cipolle nello stesso posto?

In ambito agricolo si parla di “avvicendamento delle colture” quando ci si riferisce a colture distribuite anno dopo anno sullo stesso appezzamento. Cos’è esattamente? Quindi, per aiutarti a capire meglio questo principio: se, ad esempio, pianti pomodori o cipolle nello stesso punto dell’orto per due anni consecutivi, senza assicurarti di stabilire un’adeguata rotazione delle colture, questo può causare diversi problemi. Strano, dici? In effetti, dovrebbe essere chiaro che ogni pianta ha esigenze nutritive diverse. Tuttavia, la coltivazione ripetuta può finire per esaurire il terreno.

Prendiamo ad esempio il caso dei pomodori: come sapete, sono molto nutrienti e richiedono una grande quantità di azoto, fosforo e potassio per fiorire. Le cipolle, da parte loro, non hanno le stesse esigenze. Pertanto, se vengono coltivate nello stesso posto anno dopo anno, il terreno mancherà inevitabilmente di sostanze nutritive e non cresceranno più correttamente. E non finisce qui: se li coltivi nello stesso spazio per diversi anni consecutivi, questo è il modo migliore per attirare gli insetti nocivi nel terreno. Questo semplicemente perché questi agenti patogeni sono così abituati che continuano a tornarci. Piantando lo stesso ortaggio nel terreno, fornisci una continua fonte di cibo per questi indesiderabili. Così come le vostre culture saranno devastate!

Quali verdure non vanno abbinate ai pomodori?

piantare i pomodori

Un’altra sottigliezza da tenere presente nel mondo agricolo: alcune piante non si mescolano bene tra loro. Per avere un buon raccolto, e soprattutto per evitare di danneggiare la tua frutta o la tua verdura, devi assolutamente informarti sugli abbinamenti colturali più appropriati. Ecco, appunto, il modo migliore per far prosperare le vostre  piante di pomodoro  è circondarle di un quartiere sano: per favorirne la crescita, puntate su carote, lattuga, cetriolo, aglio, cavolo, basilico, erba cipollina, asparagi o anche spinaci. Ora scopri quali sono i migliori per evitare di crescere vicino ai tuoi pomodori.

  • Ma

Sì, stranamente, cucinato insieme, dà un piatto delizioso. E niente come sposare il pomodoro con il mais per decorare una buona insalata fresca! Eppure questi due non dovrebbero essere cresciuti insieme. Ahimè, attirano lo stesso tipo di parassiti e infezioni fungine, come le larve delle falene che si nutrono felicemente di loro e quindi distruggono ogni possibilità di crescita. È quindi una pessima idea piantarli uno accanto all’altro: sarebbe una vera festa per gli insetti!

  • Finocchio

Ancora una volta, è sorprendente: unire pomodoro e finocchio nel piatto non è improbabile. Anzi, è addirittura delizioso, sia caldo che freddo. Ma, messi nel terreno, questi ortaggi devono separarsi. Per quello ? Semplicemente perché il finocchio inibisce la crescita dei pomodori. Inoltre, ha la reputazione di essere un cattivo compagno per la maggior parte delle verdure dell’orto. Meglio isolarlo e coltivarlo da solo in vaso o in un piccolo appezzamento arretrato. Ma è fuori discussione ignorarlo: anche se questa pianta sembra poco amata in giardino, profuma di liquirizia e si sposa perfettamente con altre verdure nelle vostre ricette quotidiane.

  • Anet

Sorpresa: a differenza di altre erbe aromatiche, come l’erba cipollina o il basilico, l’aneto non è tenero con i pomodori. Dobbiamo credere che lei sia l’eccezione. Inoltre, c’è una piccola sfumatura da sottolineare. Perché il giovane aneto non è dannoso poiché aiuta anche  a respingere gli afidi , questi minuscoli insetti dannosi che colpiscono molte piante. Ma una volta che matura ed è anche pronto per la semina, l’aneto tenderà a fermare la crescita delle piante di pomodoro. Senza fortuna !

  • Patate

Dal momento che fanno parte della famiglia della belladonna, i pomodori e le patate richiedono gli stessi nutrienti per crescere. Quindi è inevitabile che ci sia una sorta di concorrenza che non avvantaggia né l’uno né l’altro, il che può renderli vulnerabili alle stesse malattie. Questi possono poi diffondersi nel terreno, rovinando entrambe le piante non appena una comincia ad esserne colpita. È un brutto circolo vizioso da evitare assolutamente! Va anche notato che questa vicinanza rischia di danneggiare le radici dei pomodori durante la raccolta.

  • Melanzana

Cosa c’è di più succulento di un gratin di pomodori e melanzane al forno? Gli italiani lo sanno: la fusione di questi due alimenti è all’ordine del giorno nella loro cucina. Ma, in giardino, è tutta un’altra storia. La separazione è doverosa poiché, come per la patata, la melanzana fa parte della famiglia della belladonna, quindi è una diretta concorrente del pomodoro. Sapendo che la melanzana è molto suscettibile alla peronospora, questo effetto può essere contagioso e rendere il pomodoro vulnerabile a sua volta a questa malattia fungina che si diffonde molto rapidamente. Come rilevare un segno di ustioni? Guarda i tuoi pomodori: se noti che improvvisamente iniziano a diventare marroni, gialli o sviluppano macchie sospette, allora le foglie stanno morendo.

Quali piante dovrebbero essere tenute lontane dalle cipolle per proteggerle?

piantare cipolle

Prenditi cura delle tue cipolle! Sebbene siano generalmente noti per essere amichevoli con tutte le piante del giardino, ci sono ancora alcune eccezioni.

Tienili lontani dalle seguenti piante:

  • Fagioli (verdi e nani), piselli e altri legumi  : le cipolle rischiano di uccidere alcuni batteri molto benefici per le radici di queste piante, che possono rallentarne notevolmente la crescita. Ma, poiché questi legumi fissano l’azoto nel terreno e le cipolle ne sono molto ghiotti, è meglio piantarli subito dopo la raccolta dei piselli e dei fagioli.
  • Asparagi  : tra cipolle e asparagi, non va niente! Combatteranno continuamente per nutrirsi degli stessi nutrienti. Pertanto, se li tieni ostinatamente da parte, ostacolerai la crescita di uno o entrambi i raccolti.
  • Salvia  : questa pianta aromatica apporta così tanto azoto al terreno da poter avere un impatto negativo sul bulbo della cipolla. Se vuoi una crescita sana, è meglio non piantarli insieme.
  • Altre piante della famiglia delle cipolle  ( aglio , porro, scalogno, erba cipollina, cipollotto): verrebbe da pensare che sarebbe bene coltivarle felicemente nello stesso appezzamento (almeno, questo ci avrebbe facilitato il compito!), ma si scopre che non è una buona idea. Perché tutti questi derivati ​​attirano molti parassiti che probabilmente andranno a giocare con le tue cipolle. Meglio distanziarli per evitare guai.